TermoliOnLine - Portale di informazione su Termoli e Basso Molise. Commercio, Servizi, Turismo.

Nuova tappa e nuove idee al #MezzoPienoTour: il turismo molisano secondo Marco Zollo

Più informazioni su

TERMOLI. Il turismo visto con gli occhi delle imprese: è un faccia a faccia schietto e sincero con Marco Zollo quello che ha caratterizzato il quarto appuntamento del #mezzopienotour.

Generico

Ospite di eccezione è stato, per questa puntata, il presidente di Confartigianato Imprese Molise. La sua è un’analisi sul turismo che parte dal concetto di visibilità che sul nostro territorio mancherebbe e “per colmare il quale ci sarebbe bisogno di enormi investimenti”.

“Ci vorrebbe un grande impegno da parte degli imprenditori – ha affermato – che però non hanno nulla da invidiare agli altri”. Opportuno e auspicabile, quindi, sarebbe il riuscire a metterli insieme per fare progettualità.

Un turismo, quello molisano, che necessariamente va declinato al plurale perché “ogni turista ha una sua caratteristica e tipologia. Andiamo sui siti e conosciamo la destinazione quasi come se ci fossimo stati e quindi rispondere a diverse tipologie di turismo può essere un vantaggio per il Molise”.

Il problema, però, resta sempre quello di portare il turista in Molise e la necessità è di investire “per attrarre nicchie di turismo tramite eventi che dobbiamo costruire“.

Quindi bisogna “coinvolgere gli attori del turismo, anche quello più piccolo che è protagonista e ci può suggerire qualche passaggio”.

Un netto “mi piace” va alle iniziative che si stanno creando in Basso Molise: dalla Costa dei Delfini al Distretto del Molise orientale.

“Ci crediamo davvero! Lo facciamo a tal punto da metterci la faccia e aderire al distretto del Molise orientale è uno strumento che associa tutti i protagonisti per costruire progetti dal basso e raggiungere alcuni obiettivi.” Se ci si sedesse tutti attorno a un tavolo operativo riusciremmo a fare una politica forte per il turismo; ciò sarebbe ancor più evidente se la politica “dovesse mettere qualche soldo”.

Qualora ciò avvenisse, “potremmo stare al passo con le richieste del tempo.

“Ok quindi agli investimenti promozionali per le sagre ma non va dimenticato che il punto di forza dell’imprenditore resta, paradossalmente, proprio quello di “essere imprenditore nel Molise”; ciò, infatti, significa riuscire ad avere la capacità per essere i primi della classe”.

Nel dibattito, spazio anche alle critiche. Prima tra tutte l’azione della politica italiana circa la direttiva Bolkestein e, con essa, l’esigenza di affrontare il tema dell’accoglienza che, ad oggi, è tutto da ‘sistemare’.

Un occhio da strizzare è quello che guarda al mondo dei giovani, ai quali non si può insegnare il turismo ma lo stesso va spiegato.

Una chiacchierata ampia e qui offerta al vostro dibattito proprio per dare nuovi strumenti atti ad affrontare la faccenda. Prima dei titoli di coda, per questo quarto appuntamento del #mezzopienotour a “La Vida” di Termoli, abbiamo chiesto al relatore il perché un turista dovrebbe venire in Molise.

La sua è stata una risposta semplice: “perché c’è gente appassionata che mette grande impegno in tutto quel che fa. Poi si mangia bene, si sta bene e punta a migliorarsi sempre”.

Più informazioni su