TermoliOnLine - Portale di informazione su Termoli e Basso Molise. Commercio, Servizi, Turismo.

Il turismo nautico farà tappa ancora a Termoli: appuntamento in Adriatico

Più informazioni su

TERMOLI. La costa termolese farà di nuovo parte del percorso delle Assonautiche Adriatiche, per il 29esimo appuntamento in Adriatico (appunto). Un raggruppamento che prevede il trasferimento via mare da Bellaria a Portogaribaldi passando per Italia, Grecia, Albania, Montenegro e Croazia. Partenza il 25 giugno e arrivo il 17 agosto. Lo scalo termolese è previsto per il 30 giugno, con la carovana nautica a muovere da Pescara e a ripartire poi il 2 luglio per le Isole Tremiti e Vieste. Ciò significa che il primo luglio si intratterranno in città e questo è un ottimo veicolo promozionale. Il 29° Appuntamento in Adriatico è una manifestazione sportiva, non competitiva, atta a promuovere il turismo nautico sulle coste mediterranee. Le iscrizioni delle imbarcazioni partecipanti dovranno pervenire entro e non oltre il 1° maggio 2017, accompagnate dalle quote d’iscrizione. L’organizzazione garantisce facilitazioni al costo dell’ormeggio in Italia e nei paesi transadriatrici.

La stessa organizzazione curerà, coadiuvata dalle Autorità delle località sedi di tappa, manifestazioni culturali, sportive, enogastronomiche. L’organizzazione si riserva di praticare quote diversificate. Tutte le persone fisiche dovranno essere iscritte all’Assonautica. I familiari degli iscritti sono da considerarsi pure essi iscritti. Ogni imbarcazione dovrà essere in regola con le norme vigenti che disciplinano la nautica da diporto. Il comandante dell’imbarcazione è sempre l’unico responsabile del proprio mezzo e di tutti i componenti l’equipaggio. Lo skipper è tenuto a dare tempestiva segnalazione in caso di mutamento dei componenti del proprio equipaggio. Allo stesso skipper è riservata l’unica responsabilità in relazione a tutte le decisioni concernenti la navigazione, compresa la scelta se salpare o meno. Lo skipper è tenuto a comunicare, in tempo utile, all’organizzazione e al direttore tecnico, l’esito delle sue decisioni. È ovviamente sconsigliata la partecipazione di navigatori solitari. La direzione tecnica della manifestazione è affidata a Paolo Dal Buono, il quale, di tappa in tappa, indirà un briefing atto ad evidenziare, chiarire, decidere, tutti gli aspetti legati alla navigazione e ai programmi.

Più informazioni su