TermoliOnLine - Portale di informazione su Termoli e Basso Molise. Commercio, Servizi, Turismo.

Pagare 300 euro per prendere parte alla gara, l’Acem contro il Comune di Capracotta

Più informazioni su

CAMPOBASSO. Con una nota a firma del presidente Corrado Di Niro, questa mattina l’Acem si è rivolta direttamente all’Ente appaltante, per esternare il disappunto sul bando riguardante i lavori di miglioramento sismico del Municipio di Capracotta che impone immotivatamente il pagamento della somma di 300 euro per il ritiro del file zip del progetto a pena di esclusione dalla gara, in un momento peraltro assai difficoltoso per le imprese.

L’Associazione ha richiamato varie pronunzie dell’Autorità Anticorruzione, in cui quest’ultima ha sempre rimarcato che è ammesso richiedere alle imprese soltanto semplici rimborsi spese per la riproduzione di documenti di gara, ma non costi così elevati da costituire una vera e propria tassa di partecipazione che, sempre secondo l’Anac, costituisce un ostacolo alla libera partecipazione agli appalti da parte degli operatori economici.

La cosa è tanto più grave – sottolinea l’Acem –  se si considera che con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa l’elaborato progettuale (ritirabile al prezzo di 300 euro) è condizione indispensabile per poter produrre le migliorie  per concorrere alla gara.

Non possiamo accettare una cosa del genere – dichiara il presidente Corrado Di Niro – in quanto si tratta di un onere lesivo della concorrenza degli appalti, per questo abbiamo richiesto all’Ente di rivedere il bando ed eliminare questa astrusità”.

Più informazioni su