Acquedotto Molisano centrale, l'acqua di sorgente sta per arrivare nelle case

Lavoro ed economia
Termoli giovedì 09 agosto 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Il cantiere dell'acquedotto Molisano centrale
Il cantiere dell'acquedotto Molisano centrale © Termolionline.it

TERMOLI. Domani, alle ore 11.30, a Termoli, negli spazi antistanti il serbatoio di Molise Acque, sito sulla Strada provinciale 111, località Passo San Rocco, contrada Difesa Grande, il presidente della Regione Molise, Donato Toma, e l’assessore regionale ai Lavori pubblici e Sistema idrico integrato, Vincenzo Niro, terranno una conferenza stampa sui lavori che hanno interessato l’Acquedotto molisano centrale.

Saranno presenti il direttore del IV Dipartimento della Regione Molise, il direttore del Servizio idrico integrato della Regione Molise, i vertici di Molise Acque e la Struttura commissariale presso l'Azienda speciale Molise Acque che ha gestito la fase di realizzazione dell'opera.

Sono stati invitati anche i sindaci dei Comuni che saranno serviti dall’acquedotto.

L’Acquedotto molisano centrale è una grande opera infrastrutturale che, una volta a regime, andrà finalmente a risolvere i problemi di approvvigionamento idrico di diversi Comuni del Basso Molise.

«Meno di un mese fa – ricorda il presidente Toma – abbiamo attivato un Tavolo di lavoro teso a definire un crono-programma operativo per la progressiva entrata in funzione dell’Acquedotto molisano centrale. Oggi incassiamo un risultato di tutta evidenza, in quanto possiamo affermare che sono stati completati 137,30 Km di condotta e restano da realizzarne circa 18,2 Km».

«Alla politica delle parole – osserva il governatore - abbiamo fatto seguire quella dei fatti. Ne stiamo dando prova tutti i giorni con il nostro operato, con i problemi che affrontiamo e riusciamo a risolvere nell’esclusivo interesse dei molisani».

«L’Acquedotto molisano centrale – chiosa Toma - si inserisce in un contesto amministrativo fatto di concretezza e operatività, all’interno del quale la Giunta regionale si è mossa nei primi cento giorni di governo».