Casacalenda a lutto, è morto a 85 anni Enzo Romagnuolo

Attualità
Termoli martedì 02 gennaio 2018
di La Redazione
Enzo Romagnuolo
Enzo Romagnuolo © TermoliOnLine

CASACALENDA. La notizia era nell’aria, purtroppo, dovuta all’aggravarsi delle sue condizioni di salute. Nella notte che preludeva al San Silvestro, il 2017 si è portato via anche la signorilità e l’arte di Enzo Romagnuolo, uno dei personaggi simbolo di Casacalenda. Ieri i funerali nel paese natìo, dove era nato il 13/10/1932. All’età di sette anni, oltre a frequentare la scuola, ha incominciato come apprendista il mestiere di barbiere. A diciotto anni, con un mestiere alle spalle, ha raggiunto il padre Giovanni emigrato a Caracas in Venezuela dove da subito, appena dopo l'arrivo ha aperto una attività di barbiere.

Dopo la prematura scomparsa del padre, avvenuta dopo appena due anni dal suo arrivo nel sud America, ha lavorato da solo e con immani sacrifici ancora per sette anni. Tornato in Italia, ha aperto un’attività di parrucchiere a Casacalenda, attività questa, che ha svolto ininterrottamente fino al compimento dei settanta anni. Precocissimo, ha iniziato a cinque anni a seguire la passione per la musica ed in particolare per il violino, ma successivamente ha suonato altrettanto bene anche il mandolino, la fisarmonica e la chitarra. Per molti anni, ha insegnato musica facendo parte anche di un complesso musicale.

Per dieci anni ha fatto parte, suonando il violino, del coro polifonico di Casacalenda, l’orchestra formata da circa cinquanta elementi del coro e quindici orchestrali che per anni hanno eseguito concerti natalizi nelle chiese di molti paesi della provincia di Campobasso riscuotendo, tra l'altro, notevole successo. L’orchestra, era curata meticolosamente e diretta dal parroco Don Gabriele Tamilia da Ripabottoni. Si è avvicinato alla pittura da autodidatta e da subito, è riuscito a mostrare il suo estro artistico. Diverse e particolarmente apprezzate dalla critica e dall’opinione pubblica molisana e non, sono state le mostre di pittura alle quali ha partecipato sia in Molise che in altre regioni d’Italia. Nel 2007, è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere di Malta dell’ordine di San Giovanni.

La cerimonia si è svolta nella chiesa che fu la casa natale di San Francesco d’Assisi. Nel 2010, ha pubblicato il primo libro dal titolo “Casacalenda usi, costumi e tradizioni”. Nel 2010, ha ricevuto la medaglia d’oro quale premio speciale per la fedeltà al lavoro ed al progresso dalla Camera di Commercio di Campobasso. Nel 2012, ha pubblicato un secondo libro contenente quaranta opere di arte contemporanea. Nel 2012, è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana rilasciata dal Presidente della Repubblica e consegnata dalla Prefettura di Campobasso. Enzo Romagnuolo, fa parte di quella schiera di artisti che hanno fatto grande con la loro cultura, la storia di Casacalenda, a detta di molti come "u paes chiù bell du munn". Alla famiglia Romagnuolo il messaggio di cordoglio di Termolionline. Un abbraccio alla figlia Aida da parte di tutti i militanti e gli attivisti del Basso Molise del movimento Noi con Salvini.