Ritrovarsi dopo 40 anni

Attualità
Termoli sabato 07 luglio 2018
di Michele Trombetta
(5°A -1977/1978 – Istituto Tecnico G. Boccardi- Ragioneria)
(5°A -1977/1978 – Istituto Tecnico G. Boccardi- Ragioneria) © Personale

TERMOLI. Cena di classe (5°A -1977/1978 – Istituto Tecnico G. Boccardi- Ragioneria).

Marina Alloggio di Torino, ma con un passato adolescenziale termolese, per via del lavoro del Papà in Fiat nel 1973, quando si era appena insediato lo stabilimento a Termoli , dopo 40 anni si ritrova a Termoli per incontrarsi con i suoi “vecchi “ amici e compagni di liceo.

Una bella occasione di Réunion dopo 40 anni.

Si ritroveranno in un noto locale di Termoli per ripassare nella memoria quegli anni stupendi fatti di serenità e spensieratezza.

«Ritrovarsi insieme dopo 40 anni dalla data del fatidico diploma in ragioneria.

Una vita è trascorsa e non ce ne siamo accorti - ci ha scritto Marina - siamo sempre gli spensierati ragazzi della 5 A, anno 1977/1978, dell’Istituto Tecnico Giovanni Boccardi di Termoli.

Ancora una volta insieme, cercando di continuare ad essere gli spensierati ragazzi di allora, lasciandoci alle spalle, per una sera, i problemi di tutte le nostre famiglie.

Tanta felicità e commozione, ricca di ricordi, come per chi come me, la “torinese”, arrivata a Termoli nel 1973 con la Fiat, insieme a tanti altri “emigrati”, e residenti, nelle palazzine destinate ai dipendenti in via Maratona.

Come dimenticare i cinque anni di adolescenza e gioventù trascorsa insieme, gli insegnamenti dei validi professori, dal Vice preside, prof. De Gregorio, alla prof.ssa Pizzi, dalla prof.ssa Di Biase, alla prof.ssa Franchitti, dal prof. Selvaggio a Padre Vito, ed infine la prof.ssa Altobelli, quest’ultima cresciuta con noi come una compagna.

Il ritorno in questa città, mi commuove sempre, poiché proprio in questa città è nata mia sorella, quando ormai ero una ragazza adulta; e il ricordo delle domeniche passate in discoteca, a ritmo di disco music, mi riempie l’animo di sentimenti contrastanti, gioia per la felicità di quegli anni, e tristezza per la vecchiaia che avanza. Così come il ricordo nitido e toccante, della prima televisione “libera” termolese, (Teleradiozero, in via Mascilongo), dove io collaboravo per la stesura e lettura del telegiornale, con Enzo Antonarelli. Concludo dicendo grazie a tutti: ai miei compagni, e a coloro che hanno vissuto con me quegli anni ’70, a Termoli!».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marina Alloggio ha scritto il 07 luglio 2018 alle 11:39 :

    Ricordiamo anche la prof.ssa Velia Fratini che ci ha formato con la sua grande cultura di letteratura italiana. Rispondi a Marina Alloggio