Maltrattamenti in famiglia, bulgaro 36enne finisce in carcere

Cronaca
Termoli domenica 31 dicembre 2017
di La Redazione
Più informazioni su
Carcere di Larino
Carcere di Larino © TermoliOnLine

TERMOLI. I Carabinieri arrestano un 36enne per maltrattamenti in famiglia.

Il pronto intervento dei militari dell’Arma ha scongiurato il protrarsi della condotta aggressiva.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Termoli hanno arrestato un 36enne di nazionalità Bulgara, con pregiudizi di polizia, colto nella flagranza del reato di maltrattamenti in danno dei familiari.

Il giovane, da tempo dimorante in Italia, si è reso responsabile di molteplici e ripetuti episodi di gravi minacce verbali e aggressioni fisiche nei confronti della vittima con la quale era sposato e conviveva.

Le ripetute aggressioni perpetrate nel tempo, sono sempre scaturite per futili motivi ed a seguito dell’abuso di sostanze alcoliche da parte dell’uomo, ed in alcune occasioni si sono verificate in presenza del figlio minore della coppia.

Nel corso dell’ultimo episodio, verificatosi alle prime ore del 30 dicembre, a seguito dall’ennesimo litigio familiare sviluppatosi tra le mura domestiche, sono intervenuti i militari della Compagnia Carabinieri di Termoli, i quali giunti immediatamente in Campomarino ove la coppia è domiciliata, richiedevano l’intervento dei sanitari del 118 che provvedevano al trasporto della donna presso il nosocomio “San Timoteo” di Termoli per le cure del caso.

Nell’occasione l’uomo, in preda ai fumi dell’alcol si era scagliato anche contro la cognata convivente intervenuta nel tentativo di sedare gli animi ed evitare conseguenze peggiori alla sorella.

Ricostruita la vicenda ad opera dei Carabinieri intervenuti sul posto, e vista la gravità dei fatti e la ripetitività delle aggressioni nel tempo, per il giovane si sono aperte le porte del carcere di Larino.