Termoli saluta la sua leggenda calcistica: Tonino Buccione è volato in cielo

Cronaca
Termoli martedì 10 luglio 2018
di Michele Trombetta
A destra Tonino Buccione
A destra Tonino Buccione © Termolionline.it

TERMOLI. La città di Termoli saluto per l’ultima volta l’avvocato Antonio Buccione.

La notizia che guasta una serata apparentemente tranquilla arriva dopo cena, ieri, lunedì 9 luglio.

E’ volato in cielo colui che è stato l'unico calciatore termolese (seppur nato a Zoppola, in Friuli il 28 settembre 1940, a portare Termoli in serie A con i Galletti del Bari (anni 62/67) e anche l'unico di Termoli ad aver indossato una maglia azzurra della Nazionale di serie C.

Tonino, come veniva chiamato a Termoli è stato un signore ma proprio nel senso letterale della parola sia come giocatore che come uomo, un’eleganza e uno stile in campo pari a quella che aveva fuori dal rettangolo di gioco, al pallone con il suo fisico da corazziere lui dava del tu con facilità, come riesce a tutti coloro che giocano a calcio e hanno una tecnica sopraffina.

Tonino Buccione è stato davvero un ottimo libero, i suoi voli in area per liberare con colpi di testa repentini la propria zona difensiva dagli attacchi avversari sono leggenda.

Un uomo gentile, affabile, l'ultima volta che lo abbiamo salutato, lo scorso anno o poco più al cinema Sant'Antonio per la cerimonia del concorso di Greco antico dove c'era presente il figliolo Giancarlo ingegnere di alto livello alla Lamborghini come ospite, Tonino era seduto in platea con la sua signora, la dolce Lucia che non lo lasciava mai da solo un minuto, Tonino da anni soffriva già di una malattia che lo minava.

Oltre ad aver fatto gioire tanti termolesi nella sua carriera calcistica, Tonino ha creato e cresciuto assieme alla sua Lucia - docente - tre splendidi figli, appunto Giancarlo e le graziosa Carla e Marilisa che distintesi negli studi universitari.

La notizia della sua morte davvero ci ha colti impreparati e per noi che seguiamo con interesse le vicende calcistiche soprattutto della nostra città, oggi siamo davvero più soli: la nostra ultima icona che ci ha fatto inorgoglire per i risultati raggiunti appunto con la serie A e dalla B alla D, passando per la C, quando a differenza di oggi erano davvero campionati importanti, ci ha lasciati e siamo commossi sinceramente perché negli ultimi tempi lo ammiravamo ancor di più anche per la sua professione fuori dal contesto calcistico, quando ci vedevamo seppur in rare occasioni, come quella del campionato di Greco organizzato dal Rotary club di Termoli, lui nei nostri confronti è sempre stato gioviale... ci eravamo ripromessi dopo aver fatto un servizio sulla sua carriera calcistica su Termolionline, un anno fa, d'incontrarlo nuovamente per intervistarlo e farci raccontare da lui altri preziosi aneddoti, purtroppo non ci è stato possibile , ma rimaniamo orgogliosi di averlo ammirato e conosciuto.

Antonio Buccione è volato in cielo alla Cattolica di Campobasso e i funerali si terranno domani, mercoledì 11 alle ore 16 presso la Chiesa del Carmelo, ci stringiamo commossi noi tutti della redazione alla famiglia Buccione alla signora Lucia, ai figlioli Giancarlo, Carla e Marilisa e tutti i loro congiunti, alla famiglia le più sentite condoglianze da parte di tutti i tifosi, dai più anziani che lo hanno visto all'opera, ai più giovani che hanno solo sentito parlare della leggenda calcistica termolese Antonio Buccione, ora insegnerà calcio tra gli angeli: buon viaggio Grande Tonino.