Furti nella notte in due abitazioni di Rio Vivo a Termoli

Cronaca
Termoli venerdì 10 agosto 2018
di Eliana Ronzullo
Furto in due abitazioni a Rio Vivo (Foto generica)
Furto in due abitazioni a Rio Vivo (Foto generica) © GM new Termoli

TERMOLI. Continua l’ondata di furti e tentativi di intrusione in appartamento che da diverse settimane sta interessando la costa e le zone limitrofe.

Durante la scorsa notte, precisamente tra le 24 e le 2 del mattino, nel territorio del comune di Termoli in zona Rio Vivo Marinelle, si sono verificati due furti in due abitazioni vicino Baia Paradiso, da parte di alcuni ignoti.

Sembrerebbe secondo alcune testimonianze, che sia stata notata una vettura bianca con targa rumena nei pressi del campo di calcio di Rio Vivo Marinelle, e successivamente vicino all’incrocio dell’area Camper.

Le indagini sono al vaglio dei Carabinieri della compagnia di Termoli, che sono intervenuti per gli accertamenti del caso.

I ladri purtroppo sono scappati.

Questi ultimi furti ci danno uno spunto di riflessione per tentare di comprendere un fenomeno che sembrerebbe in inarrestabile aumento nell’intero territorio nazionale.

Dal 2016 secondo alcune stime in alcune grandi città si stimano un +20% di furti in abitazione.

La domanda che ci poniamo è quale sia la causa di questa impennata e soprattutto quali strategie nazionali intraprendere per contrastare questo trand.

Nel nostro piccolo vogliamo darvi alcuni consigli che ci fornisce la Polizia di Stato:

1)Durante l’assenza (per quanto è possibile) non lasciare mai in casa oggetti di valore, gioielli e, ovviamente denaro contante, nel caso in cui il quantitativo di preziosi fosse ingente, si consiglia il noleggio di una cassetta di sicurezza messa a disposizione da una banca.

2)Ricordiamoci di chiudere bene la porta di ingresso (non limitandosi a tirarcela alle spalle) e anche tutti gli altri possibili accessi, in particolare le finestre, i cortili interni e le terrazze. Potrebbe sembrare banale ma spesso i ladri semplicemente si infilano dove vedono una finestra aperta.

3) È molto utile fotografare gli oggetti di valore che potrebbero essere oggetto di furto. Ciò ovviamente potrebbe servire per una denuncia, ai fini di una eventuale ricerca e dell’auspicabile recupero della refurtiva.

4)In caso di assenza breve, conviene lasciare qualche luce accesa, la radio o il televisore in funzione, simulando così la presenza di qualcuno in casa.

5)Non accumulare posta nella cassetta delle lettere perché è indicatore di lunga assenza. Chiedete a un parente o ad un vicino di ritirarla per voi.

6)Facebook potrebbe fornire notizie preziose ai ladri. Spargere ai quattro venti la notizia della propria villeggiatura potrebbe avere brutti risvolti. Non accettiamo l’amicizia di chiunque ce la chieda.

7)Se tornando a casa si trova la porta aperta o chiusa dall’interno, non entrare perché potrebbe scatenare la reazione istintiva del ladro che colto sul fatto non si sa mai come potrebbe reagire. Meglio non rischiare e chiamare subito il 113 o il 112.