Rotary club: il 18 febbraio ci sarà la terza edizione della rassegna musicale Coralmente

Cultura
Termoli lunedì 13 febbraio 2017
di redazione
Più informazioni su
Rotary club: il 18 febbraio ci sarà la terza edizione della rassegna musicale Coralmente
Rotary club: il 18 febbraio ci sarà la terza edizione della rassegna musicale Coralmente © n.c.
TERMOLI. Il Rotary club di Termoli invita la cittadinanza termolese e del Basso Molise a prendere parte alla rassegna musicale benefica Coralmente Rotary 2017, che avrà luogo sabato 18 febbraio alle 17.30 presso il cinema Sant’Antonio di piazza Sant’Antonio, sempre a Termoli. Mai come quest'anno il motto del Rotary International: al servizio dell'umanità, calza alla perfezione rispetto a uno dei service qualificanti nella storia dell'istituzione. End Polio Now è il programma che ha visto destinare somme davvero enormi - raccolte dalle iniziative portate avanti da 1 milione e 200mila soci in tutto il mondo - per debellare la poliomielite sul globo terracqueo. Nel 2017, inoltre, la Rotary Foundation, che ha varato il progetto End Polio Now compie un secolo: 100 anni di solidarietà senza confini e per questo tutti i club del distretto 2090, che comprende Marche, Molise, Abruzzo e Umbria, sono chiamati a festeggiare insieme l'ambito traguardo attraverso una edizione speciale della manifestazione Coralmente Rotary, che appunto è finalizzata alla raccolta fondi per la campagna Polio Plus. Il Rotary club di Termoli, presieduto da Emilio Travaglini, aderisce in modo convinto e solidale a questa iniziativa con cadenza annuale dal 2015, appuntamento inaugurato dal compianto Luigi Spinozzi. Particolarmente ricco e interessante il parterre dei musicisti che si esibiranno sabato prossimo, 18 febbraio. Prevista la presenza dell’orchestra d’archi Nuova Tartini, diretta dal maestro concertatore e direttore Armando Varriano; del duo Alessandra Musacchio e Sofia Venittelli nonché della rock band Kilometro Zero, formata da Rolando Santagata (chitarra), Mauro Moretti (chitarra), Angelo Prozzo (batteria), Antonio D'Alessio (basso), Giuliano Caporicci (voce e chitarra) e Domenico Di Giampietro (tastiere). Una offerta musicale variegata che si auspica accontenterà il pubblico che si spera numeroso per dare un forte contributo contro la terribile malattia ormai quasi sconfitta.