Quegli ex interinali irriducibili, "sono stabilizzati solo pochi eletti"

Lavoro ed economia
Termoli lunedì 19 giugno 2017
di Emanuele Bracone
Più informazioni su
Quegli ex interinali irriducibili, sono stabilizzati solo pochi eletti
Quegli ex interinali irriducibili, sono stabilizzati solo pochi eletti © n.c.
TERMOLI. Le procedure di assunzione allo stabilimento Fca gettano sempre più nello sconforto e nell’amarezza gli ex interinali di bacino che vedono allontanarsi sempre di più la prospettiva di una riassunzione in fabbrica, e questo nonostante un preciso accordo sancito col deflagrare della crisi produttiva che portò alla loro uscita dai tornelli di Rivolta del Re. Ecco il loro malcontento. “Apprendiamo con grande rammarico e notiamo una scarsa sensibilità alle affermazioni poste sulle procedure di assunzione nel Gruppo Fca. Sottolineiamo che nel momento in cui si comunicano nuovi ingressi, sul sito di 3 agenzie interinali, c’è la richiesta contemporanea ed anche ripetuta in giorni diversi, di operai con i soliti requisiti ma con l’aggiunta della preferibile pregressa esperienza nel settore metalmeccanico, certificazione quest’ultima che per quanto è a nostra conoscenza i più non hanno. Sono sempre, richiesti questi giovani, e non spesso, come dichiarato da fonti sindacali, anzi tra questi, qualche sigla pur avendo fatto qualche segnalazione, non è riuscita ad inserire gli aspiranti operai. Precisiamo che l’alternanza scuola lavoro tanto decantata come parte del processo selettivo, si attua con studenti nel percorso di studio e non dopo il conseguimento del diploma. Da fonti giornalistiche, abbiamo appreso della sottoscrizione dell’accordo sindacati-azienda, nella quale quest’ultima può decidere in maniera unilaterale, di conseguenza deduciamo che abbiamo un unione sindacale in generale che non tutela affatto i lavoratori. Evidenziamo inoltre la mancata regolarizzazione a tempo indeterminato di diversi interinali presenti da anni in azienda, a differenza di pochi eletti con provenienza da altri stabilimenti, ai quali è stato concesso un contratto definitivo. Concludiamo ipotizzando che il malcontento per tale gestione, serpeggi non sono tra gli esterni, ma anche tra le fila interne”.