Tre giorni di formazione in Umbria per la Fim-Cisl, rinasce il Romitorio

Lavoro ed economia
Termoli giovedì 14 settembre 2017
di Emanuele Bracone
Più informazioni su
Tre giorni di formazione in Umbria per la Fim-Cisl, rinasce il Romitorio
Tre giorni di formazione in Umbria per la Fim-Cisl, rinasce il Romitorio © n.c.
TERMOLI. Fim-Cisl di Termoli da martedì a oggi alla 3 giorni organizzata al Romitorio di Amelia (Terni) nella loro scuola di formazione sindacale, ricerca e studio per analizzare la ripresa economica in atto e per lo sviluppo organizzativo della categoria. Ad aprire i lavori ieri mattina è stato il Segretario generale Fim Cisl, Marco Bentivogli, sottolineando che «è importante per un sindacato moderno puntare su una nuova cultura sindacale che renda forti e più diffuse le idee che Fim sta portando avanti». «In questo modo -ha aggiunto- non solo il sindacato cresce ma contribuisce al progresso sociale". La Fim da due anni, evidenzia la Federazione Italiana Metalmeccanici, «sta sperimentando una modalità di utilizzo degli 'smart data sindacali' che il sindacato ha nel suo patrimonio per avere un'analisi puntuale del lavoro e della realtà industriale e libera dall'emotività estemporanea e dall'ideologia, ma soprattutto che consenta in tempi brevi, un bilancio dell'efficacia delle nostre politiche». Le prospettive del lavoro, «infatti, si costruiscono solo valorizzando pienamente le competenze dei lavoratori e la contrattazione collettiva». Ai lavori interviene il professore Flavio Sangalli, esperto di sviluppo organizzativo, e nel pomeriggio di ieri è stato previsto l'intervento della Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan. «In questa sessione formativa – ci ha riportato il segretario regionale della Fim-Cisl Molise, Riccardo Mascolo – voluta dall'esecutivo nazionale Fim, si è discusso dell'importanza dei servizi della Cisl a favore dei lavoratori iscritti al sindacato. Il confronto di questi giorni fatto con tutti i segretari regionali ha portato a un discorso che nonostante il taglio fatto dalla politica a tali enti diventa necessario trovare soluzioni significative che compensino tali perdite affinché i lavoratori possono beneficiare ugualmente dei servizi. Naturalmente il sindacato confederale deve cambiare atteggiamento pensando ad una vera collaborazione di federazioni». Per il segretario generale Bentivogli, «Il mitico Romitorio, la scuola sindacale della Fim è lo specchio della medesima organizzazione. Se va a gonfie vele, vuol dire che la Fim investe sui suoi quadri e da centralità alla formazione. Tra poche settimane compie 35 anni, ha bisogno di rifarsi il trucco per la festa che organizzeremo...»