Regioni a confronto sulle opportunità della Ciclovia Adriatica

Lavoro ed economia
Termoli sabato 13 gennaio 2018
di La Redazione
Più informazioni su
La ciclovia di Alba Adriatica
La ciclovia di Alba Adriatica © Wikipedia

TERMOLI. Le Regioni adriatiche si sono incontrate a Martinsicuro per definire le fasi operative e istituzionali che porteranno alla realizzazione della Ciclovia Adriatica: l’arteria turistica e urbana di mobilità dolce che correrà, ininterrotta, da Trieste a Santa Maria di Leuca, lungo i 1.300 km costieri del mare Adriatico.

L’appuntamento è stato promosso dalla Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta Onlus), in collaborazione con le Regioni Abruzzo, Marche e l’amministrazione comunale. Marche e Abruzzo si propongono come capofila delle Regioni adriatiche presso il ministero Infrastrutture e Trasporti. Coordineranno la realizzazione dell’opera assieme alla Fiab e sono impegnate nella costruzione del ponte ciclo-pedonabile sul fiume Tronto che unirà le rispettive ciclovie.

A Martinsicuro si è parlato di fondi ministeriali disponibili e del necessario raccordo interregionale per concretizzare un traguardo in grado di allineare l’Italia ai Paesi europei più avanzati nel settore della mobilità su due ruote. È il secondo appuntamento che viene promosso: attorno allo steso tavolo si sono sedute le Regioni che si stanno organizzando per stipulare con il Ministero la convenzione necessaria a completare, in pochi anni, un’arteria definita “strategica”. (Fonte Asca.it)