Bollo auto, «Termini scaduti e ruoli prescritti»

Lavoro ed economia
Termoli mercoledì 14 febbraio 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Pro Trignina all'Esattoria
Pro Trignina all'Esattoria © Pro Trignina

TERMOLI. Pronto il resoconto del Comitato Pro Trignina e di Antonio Turdò sulla visita presso la sede di Termoli della ICA Srl/Creset srl per la vertenza bollo auto, avvenuta martedì mattina. «Siamo stati a ritirare le copie degli accessi agli atti in conseguenza del mandato ricevuto da diversi automobilisti in opposizione alle ingiunzioni pervenute per conto della Regione Molise. Sono ampiamente fuori termine, quindi i ruoli richiesti sono decaduti per avvenuta prescrizione.

Nei prossimi giorni saranno effettuate tutte le richieste di sgravio delle ingiunzioni ai sensi della legge 228/2012. Si continua ad invitare i cittadini e gli automobilisti a recarsi presso la nostra sede per essere tutelati. Si comincia a configurare anche un atteggiamento quasi vessatorio da parte della Regione Molise e per lei la società delegata alla riscossione coattiva che pur essendo a conoscenza delle notifiche realizzate fuori tempo si intestardisce a voler riscuotere quanto non gli spetta più ai sensi della legge 60 del 1986. A maggior precisazione di fronte alla legge nessuna notifica può darsi per avvenuta in conseguenza di una mera o mirabile postalizzazione a Poste Italiane Spa entro il termine, bensì come legge e Cassazione vuole, la notifica si dà per avvenuta alla ricezione dell’automobilista, quindi tutti i ruoli emessi sono in quanto tali decaduti per prescrizione.

Dalla analisi delle notifiche è risultato che la stragrande maggioranza delle stesse sono state lavorate il 20 dicembre del 2013 e notificate nei mesi dopo e perché viene da chiedersi non sono state lavorate nei mesi di ottobre o novembre del 2013. Esiste il dolo verrebbe da chiedersi? Noi pensiamo che se si insiste su questa strada, ci sia dietro lo spettro di una truffa bella e buona ai danni dei poveri ed innocenti cittadini molisani».