​La Fintech rivoluziona i servizi finanziari

I servizi finanziari di nuova generazione crescono nel segno della new technology. Pagamenti e piattaforme digitali per compiere operazioni e gestire investimenti

Lavoro ed economia
Termoli martedì 17 aprile 2018
di La Redazione
Fintech
Fintech © financialtribune.com

TERMOLI. I servizi finanziari di nuova generazione crescono nel segno della new technology. Pagamenti e piattaforme digitali per compiere operazioni e gestire investimenti.

I servizi finanziari del futuro passano attraverso Fintech, Big Data, Machine Learning, Intelligenza Artificiale, BlockChain e Data Science.

Quella che oggi viene chiamata comunemente con il termine di “digital disruption” sta producendo cambiamenti radicali nel settore dell’intermediazione finanziaria. Si tratta di novità di tale e profonda intensità che è ormai certo che nulla sarà come prima.

All'argomento è stato dedicato un ampio spazio in occasione del Salone del Risparmio andato in scena a Milano.

"L’utilizzo della tecnologia nel mondo del risparmio gestito e della consulenza finanziaria può potenzialmente migliorare le soluzioni di investimento a vantaggio tanto degli operatori quanto dei risparmiatori europei, tutelati dall’introduzione nel corso dell’anno di regolamenti comunitari sulla protezione dei dati e della privacy (Gdpr) e sui pagamenti digitali (Psd2)" – si è detto in sintesi al Salone dove hanno trovato spazio i maggiori player ed esperti della digitalizzazione finanziaria, con occasioni di approfondimento e formazione sulle principali tendenze della Fintech..

Operare sui mercati grazie alle piattaforme di ultima generazione

Fintech ed intelligenza artificiale garantiranno un interessante supporto alla crescita del settore dedicato agli investimenti e al risparmio, grazie a nuove formule e modelli innovativi, che arricchiranno il mercato.

Chi opera nel trading forex ad esempio ha la garanzia di poter utilizzare piattaforme sviluppate secondo uno standard mondiale.

Si tratta di uno strumento in grado di offrire una ricca serie di plug-in e strumenti per migliorare ed automatizzare le procedure di trading.

Il mercato delle start-up nel settore della tecnofinanza

Sono più di 3mila le start-up Fintech presenti sui mercati mondiali, e il numero è destinato a salire velocemente.

Una rapida espansione, frutto d'un aumento costante degli investimenti dedicati.

Numeri alla mano dal 2010 al 2016 gli investimenti sono aumenti del 52% con una quota globale pari a 70 miliardi.

Fra i paesi che dedicano maggiori risorse primeggiano gliStati Uniti con un investimento pari a43,4 miliardi dal 2010 ad oggi.

A seguire l'area geografica dell’Asia-Pacific, che tocca quota 18,4 miliardi di dollari.

L'Europa è un po' fanalino di cosa ma l'attenzione sta crescendo ad un ritmo importante, e se dal 2010 ad oggi si parla di una quota di investimenti pari a 7,6 miliardi, la cifra è destinata ad aumentare, sulla scia dell'interesse che dimostra il vecchio continente nei confronti del comparto Fintech.

Gestione dei risparmi nell'era digitale

L'utilizzo delle nuove tecnologie applicate all'industria finanziaria consentirà di aprire una nuova fase dedicata alla gestione dei risparmi.

Una gestione innovativa che consente di realizzare un portafoglio selezionando con oculatezza gli investimenti, ma soprattutto secondo criteri essenzialmente scientifici, un valido supporto per evitare errori ed ottenere risultati interessanti.

Nella gestione del risparmio cresce l'attenzione verso l'utilizzo di piattaforme di robo-advisor, novità che permette alla consulenza finanziaria on line di svilupparsi grazie ad un uso costante degli algoritmi.

Novità che hanno già permesso ad esempio al settore del trading on line di crescere e svilupparsi grazie all'uso di piattaforme di ultima generazione. Piattaforme messe a disposizione dei broker, che offrono un'ampia serie di servizi ad uso e consumo del trader.