Il centrodestra esce allo scoperto: Di Giacomo candidato presidente

Investitura ufficiale del giudice di Isernia da parte di Michele Iorio: "E' lui l'uomo giusto"

Politica
Termoli giovedì 08 marzo 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Vincenzo Di Giacomo
Vincenzo Di Giacomo © Web

CAMPOBASSO. La notizia era nell’aria. Dopo i dietrofront e le polemiche interne, il momento è arrivato: il centrodestra alza il velo sul nome del candidato governatore della Regione Molise: sarà Enzo Di Giacomo.

Questo, almeno, è l’augurio auspicato da Michele Iorio, che ha rivolto un invito ufficiale al presidente del Tribunale di Isernia: “Dobbiamo aprire alla società civile, anche per dare un segnale di tranquillità e serenità agli elettori, serve una proposta coerente e mettere da parte ogni velleità, rinunciando con umiltà a qualunque posizione di vantaggio personale in nome della coesione. Ecco perché la figura del giudice Enzo Di Giacomo può essere quella giusta. Una personalità già segnalata dai movimenti civici e che nutre la stima di tutti noi, un elemento vincente che può contrastare la deriva politica che si sta evidenziando anche nel nostro territorio. Oggi, dunque, credo sia opportuno chiedere a lui nuovamente di scendere in campo per la sfida delle regionali”.

Un colpo di spugna, dunque, alle invettive dei ‘cespugli’ e a chi lo aveva indicato come il principale osteggiatore della candidatura del giudice isernino: “Su Di Giacomo non ho mai avuto dubbi. Semplicemente, ho ritenuto che le elezioni politiche ci avrebbero dato un’ulteriore indicazione sulla scelta del candidato presidente”.

Nessuna possibilità di larghe intese, dunque, come ventilavano le voci delle ultime ore: “Escludo assolutamente ogni possibilità di inciuci o grandi accordi – ha detto Iorio – Serve una proposta coerente e credo che la ricetta sia proprio quella di puntare sulla serietà e sui programmi, rifiutando intese larghissime per mettere d’accordo troppe persone: sarebbe una scelta sbagliata sia da un punto di vista politico, che sul piano strategico. Non è tempo di avventure, ma bisogna lavorare insieme per il Molise e per il suo rilancio”.

Il leader maximo della coalizione, nonché ed ex numero uno della Regione, ha invitato quindi i suoi alla massima unità, per ritrovare slancio e determinazione e per rimettere insieme i pezzi di una fazione che ha subito l’urto dell’onda gialla a 5Stelle, ma che vuole reggere il colpo. E rilanciare, se possibile: “Il centrodestra, se coeso – ha detto Michele Iorio – è l’unico argine al Movimento 5 Stelle. L’unità è il requisito fondamentale per vincere e ora siamo di fronte ad una grande responsabilità. Bisogna però prestare attenzione ai problemi del quotidiano e al rilancio dell’economia locale, abbandonando ogni velleità e ogni posizione filosofica. Vogliamo aprire alla novità e a nuovi ingressi, ma coniugando tutto ciò con l’esperienza: è un requisito fondamentale per raggiungere risultati”.

Sulla sua partecipazione alle elezioni del 22 aprile prossimo: “Sarò della partita – assicura Iorio – con il movimento ‘Insieme per il Molise’ e lavorerò per il centrodestra e per questa regione”.

Lascia il tuo commento
commenti