Il Movimento 5 Stelle presenta Andrea Greco: «Etica e giustizia per il Molise»

Il candidato governatore dei grillini sulle priorità: “Sanità, lavoro, programmazione europea”

Politica
Termoli mercoledì 14 marzo 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Andrea Greco, con gli esponenti del M5S Molise
Andrea Greco, con gli esponenti del M5S Molise © Campobassoweb

CAMPOBASSO. Dopo l’attesa, il sipario si è finalmente alzato. Andrea Greco, candidato governatore della Regione per il Movimento 5 Stelle, ha incontrato questa mattina cittadini e giornalisti.

In una gremita ‘sala convegni’ dell’ Incubatore Sociale di via Mons.Bologna, il giovane consulente giuridico ha ripercorso le tappe del suo percorso tra le fila pentastellate:

“Il mio impegno inizia dal 2012, quando cioè mi sono trovato di fronte ad un bivio, ad una scelta di fondo: provare a restare per cambiare il mio Paese o cambiare Paese. Attraverso la partecipazione, le idee ed i progetti - ha detto il 32enne agnonese - siamo riusciti a fare un grande lavoro; nei Comuni e in Regione, fino all’ondata del 4 marzo, che ha portato all’elezione di quattro parlamentari”.

Idee chiare sull’approccio alla politica:

“La prima cosa da fare è rimettere al centro i cittadini molisani, dando a ognuno ciò che è suo. Qui, invece, hanno dato a pochi ciò che era di tutti. L’etica è il contrario dell’egoismo ed è ciò che è mancato nell’amministrazione regionale molisana”.

Etica e giustizia come riferimento dell’azione governativa:

“Quando prevalgono interessi ed egoismi personali, é chiaro che si favorisce il privato: è accaduto nella sanità, è accaduto nel comparto dei trasporti pubblici. Non si è tenuto conto degli interessi dell’utenza. Serve trasparenza nell’amministrazione, lo dobbiamo ai cittadini”.

Sul programma: “È frutto di cinque anni di condivisione - ha spiegato Greco- Nessuna promessa posticcia: per noi il programma è un patto con i cittadini. Ci saranno delle priorità: sanità, lavoro, programmazione europea e viabilità tra queste. Ma ci impegneremo anche sul taglio ai costi della politica“.

Non manca un ringraziamento ai “colleghi”, Patrizia Manzo, Antonio Federico e Luigi Di Marzio su tutti: “Sono per me esempi di onestà e di coerenza: il 22 aprile possiamo riscrivere la storia, interrompere il sistema di potere che si è trascinato sin qui. Non é solo la sfida del Movimento, è la sfida di tutta la comunità”.

Anche Patrizia Manzo, consigliere regionale uscente del Movimento, ha sottolineato tutta l’importanza ed il valore del momento per la causa grillina e per il futuro del territorio:

“Oggi è una giornata importante. Non si può perdere tempo, non vogliamo: lo abbiamo dimostrato attraverso i nostri principi democratici. Attraverso Rousseau - ha spiegato - tutti gli iscritti potevano proporre la propria candidatura, aiutandoci a scegliere la squadra di candidati consiglieri e il candidato governatore”.

“Andrea Greco - ha detto la Manzo -non é stato solo il consulente giuridico del Movimento per cinque anni, ma è parte integrante del viaggio e delle battaglia, delle conquiste ottenute”.

Elogi, per il giovane giurista, anche da Di Marzio: “Non è frequente sentire parole come quelle di Andrea. Parole che parlano alla gente e non agli interessi. Andrea è un uomo capace di albergare dentro di se la speranza; quella che chi è logorato fagli interessi non è capace di coltivare.

Andrea è un giovane uomo capace di impegno e di poter contribuire alla costruzione di un mondo migliore”.

In chiusura, Greco ha rivolto un appello all’elettorato, in vista della tornata elettorale del 22 aprile: “

“Siamo ansiosi di dimostrare con impegno e dedizione dove vogliamo arrivare e di

raggiungere dei risultati. In questo, ci daranno una grande mano dal fronte nazionale del Movimento ed è per questo che già domani incontrerò Di Maio. Un’altra mano - ha aggiunto il candidato presidente- la chiediamo ai nostri elettori e a chiunque voglia cambiare questo sistema di potere”.

Lascia il tuo commento
commenti