Gag di Pio e Amedeo sulla Regina e la casa a Termoli, social roventi

Attualità
Termoli martedì 14 maggio 2019
di Eliana Ronzullo
Più informazioni su
Il duo Pio e Amedeo
Il duo Pio e Amedeo © Termolionline.it

TERMOLI. Continuano le polemiche sui social, dopo l'uscita del nostro pezzo su Pio e Amedeo.

Per chi non l’avesse letto stiamo parlando di Pio D’Antini ed Amedeo Grieco in arte "Pio e Amedeo", il duo comico reso famoso dal programma 'Emigratis', che è diventato ospite fisso del talk show “Amici di Maria De Filippi”.

Nel corso della puntata di sabato scorso nel consueto stile, irriverente ed esilarante hanno dedicato il loro sketch ad Harry, secondogenito di Carlo di Inghilterra, dicendo che mentre ai figli di William, la regina Elisabetta ha già distribuito i possedimenti di Scozia e Galles ad Archie il figlio di Harry spetterebbe in dote il Molise con una bella casa a Termoli, aggiungendo inoltre, che si tratta quindi di un bambino sfortunato.

Sui social nostrani, non tutti ovviamente hanno gradito la loro performance, e tendenzialmente si sono divisi in due fazioni, chi ritiene di essere riuscito a cogliere l’ironia e chi invece risulta visibilmente irritato da una valutazione non propriamente lusinghiera della nostra amata cittadina.

Si riapre insomma una ferita aperta, quella della nostra regione con la popolazione di un quartiere di Roma, sconosciuta in tutto il mondo e per alcuni anche in Italia.

A nostro avviso, chiaramente Pio non intendeva offendere la nostra amata cittadina ritenendola non all’altezza di un principe inglese, ma ha voluto cavalcare la retorica del “Molise non esiste” per dire che nella logica reale ai secondogeniti sfortunati non spetta nulla.

Anche perché, abbiamo scoperto grazie ai social che il duo comico è un affezionato frequentatore della nostra amata cittadina.

Infatti nei commenti al nostro pezzo è apparso il padre di Pio (Gildo D’Antini che a sorpresa siamo venuti a conoscenza abita da molti anni a Termoli), che a spada tratta ha difeso suo figlio da critiche un po’ forti.

Secondo Gildo, infatti, Pio non si sognerebbe mai di biasimare Termoli e che anzi, quasi tutti i suoi famosi sketch con Amedeo, vengono scritti in una casa che hanno di proprietà nella nostra cittadina in cui si vengono a rifugiare per trovare ispirazione.

Quindi possiamo dire che alla fine la “sfortuna” di avere una casa nella bella Termoli ce l’hanno Pio e Amedeo.

“Ad averne tante di certe sfortune” ha detto qualcuno in un commento.

“Con quello che costano le case a Termoli ormai solo i reali inglesi possono permettersele” ha detto qualcun altro.

E ancora Maria: “…pura comicità… basti pensare a come si sono esposti loro nel programma Emigratis… chi sa ridere di se stesso …secondo me… ha molto più rispetto del prossimo, loro adorano Termoli e se il Molise ha problemi beh … non è la loro battuta che fa riflettere anzi..sdrammatizza”.

O Antonella che dice: “Ok, diverse persone dicono che sia pubblicità. Allora, facessero “pubblicità” alla loro bella regione che è la Puglia. Al Molise ci pensano i molisani, quelli che il Molise lo amano e lo pubblicizzano non utilizzando termini e concetti dispregiativi, come è stato fatto in più occasioni.

Inoltre non tutta l’Italia sa che Pio e Amedeo frequentano Termoli e il Molise, anzi, l’unico messaggio che fanno passare è di non andarci!”

Approfittiamo allora per abbracciarli e ringraziarli delle risate che ci fanno fare con la speranza una volta tanto che alla loro amata Termoli possano fare un apprezzamento pubblico oltre a quello che fanno nel privato.