Emergenza Covid in Basso Molise, arriva l’ospedale da campo da 24 posti letto

Ventiquattro posti letto per ospitare i degenti del San Timoteo e dare sollievo alla struttura sanitaria in sofferenza a causa del Covid: è l’obiettivo dell’ospedale da campo della Cri

Attualità
lunedì 22 febbraio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
L'ospedale da campo al San Timoteo di Termoli
L'ospedale da campo al San Timoteo di Termoli © TermoliOnLine

TERMOLI. Sono da pochissimo passate le 15 di lunedì 22 febbraio quando uno dei due grossi tir contenenti l’ospedale da campo (Pma) arriva a Termoli sotto l’occhio vigile della Polizia Locale: difficili le manovre di ingresso nel parcheggio del nosocomio del San Timoteo, tanto da dover fermare temporaneamente il traffico.

Superate le problematiche relative all’ingresso, i due tir si sono fermati nel parcheggio laterale della struttura ospedaliera termolese dove sono stati accolti dai volontari della Cri Molise che, nelle prossime ore, saranno impegnati nel montaggio della struttura che sarà operativa già da questo fine settimana.

La struttura, arrivata a bordo degli autoarticolati, è stata posizionata nell’area individuata in seguito al sopralluogo effettuato ieri dai vertici della Croce Rossa Italiana del Comitato Regionale del Molise, della Protezione Civile Regionale e dell'Ospedale stesso.

Arrivato in tempi record – si pensi che la Cri è stata allertata solo 48 ore fa - si tratta di un «ospedale di nuova generazione appena acquistato», come sottolinea Pierluigi de Ascentiis, responsabile Cri ospedale da campo ai microfoni di TermoliOnLine. «Sono tre tende pneumatiche – aggiunge de Ascentis – Con 24 posti letto di degenza con letti ospedalieri, comodini e tutta l’attrezzatura sanitaria che sarà fornita dalla Regione Molise all’interno dell’ospedale».

La struttura, che sarà montata nella mattina di domani martedì 23 febbraio, offrirà ospitalità ed assistenza ai pazienti ricoverati presso il San Timoteo di Termoli ed impegnerà il personale della Croce Rossa per quanto concerne la logistica, mentre la parte sanitaria è affidata alla Direzione Sanitaria della Cri.