Cittadini autorganizzati in lotta per la sanità pubblica: basta chiacchiere in Molise

Attualità
venerdì 05 marzo 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Cittadini autorganizzati di lotta per la sanità pubblica
Cittadini autorganizzati di lotta per la sanità pubblica © Personale

BASSO MOLISE. Ancora in pista i cittadini autorganizzati di lotta per la sanità pubblica: «Facciamo seguito al nostro comunicato del giorno 28/02 u.s. ringraziando le varie testate che lo hanno pubblicizzato, lieti di aver riscontrato che l’iniziativa di noi liberi cittadini autorganizzati ha preso piede in molti comuni del Molise.

Ringraziamo apertamente tutte le persone libere che come noi si sono prodigate per far circolare la nostra richiesta di aiuto. Ribadiamo che questa è un'iniziativa che pone al centro la grave situazione sanitaria in cui versiamo. Ci auguriamo quindi che tale manifestazione, che non ha nessuna connotazione e appartenenza politica, rimanga tale soprattutto perché la politica stessa, da molti anni a questa parte, non ha aiutato il Molise a superare questa problematica, anzi ha contribuito ad aggravarla con scelte molto discutibili. Ci siamo stancati di sentir parlare di chi ha più o meno colpe in quanto le stesse sono attribuibili a tutti coloro che hanno gestito la sanità pubblica per moltissimi anni. Rivendichiamo con orgoglio la nostra iniziativa di semplici e soprattutto liberi cittadini e rinnoviamo ancor più forte l'invito ai liberi cittadini di ogni Comune molisano, a seguirci in questa lotta che vedrà organizzare una vera e propria manifestazione appena le condizioni lo permetteranno.

Siamo disponibili ad ascoltare chiunque voglia unirsi a questa battaglia, contattateci sui nostri profili social, invitando ogni cittadino per farsi portavoce di questo grido di allarme.

Cittadini autorganizzati di lotta per la sanità pubblica.

Giuseppe Totaro, Francesco Di Lucia, Vincenzo Lorito, Fedele Manes, Giuseppe Rulli, Antonio De Blasiis, Tony Vincelli, Pierpaolo Terzano, Gina Nuozzi, Anna Di Michele, Iolanda Aceto, Sallustio Carmelina, Vizzarri Cinzia, Ruccolo Gennaro».