Staffetta ai vertici Avis di Termoli: Lino Spagnuolo prende il testimone da Mario Ianieri

Attualità
venerdì 02 aprile 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Direttivo Avis Termoli
Direttivo Avis Termoli © Termolionline

TERMOLI. Staffetta ai vertici della sezione Avis di Termoli, Mario Ianieri lascia il testimone a Lino Spagnuolo. Lo affiancheranno il vicepresidente Vittorio Durante, il segretario Basso Marinucci e l'amministratore Michele Di Domenico, oltre al vice presidente vicario, lo stesso Ianieri, che si rivolge così al suo successore:

«Caro dottore, l’Assemblea desidera esprimerti le più sincere congratulazioni per la nomina a presidente di  Avis Termoli. Per te è un incarico prestigioso ed impegnativo, che premia le tue competenze e professionalità e aggiunge un importante tassello alla tua splendida carriera. Per tutti i donatori è una conquista, una svolta che apre una nuova e positiva pagina nella storia di Avis Termoli.
Sono passati più di 40 anni da quando il primo Presidente Angelo Benaduce, insieme al tuo caro papà Samuele Spagnuolo fondatore di Avis nel Molise, posero la prima pietra di questo meraviglioso sodalizio che si è sempre distinto nel mondo della donazione e della solidarietà. Oggi i nostri donatori hanno scelto con convinzione te per questo prestigioso incarico con unanime consenso.
Siamo certi che sarai un presidente determinato, sicuro,   professionalmente competente e punto di riferimento per l’intero settore del volontariato e della raccolta ematica. Ti garantiamo  adeguato supporto e  tutto il nostro aiuto per raggiungere ancora più ambiti traguardi e migliorare i risultati, per assicurare ai nostri ammalati la conservazione di quell’immenso  dono che è la Vita. 
Un grande in bocca al lupo, Presidente, e buon lavoro».

I saluti del dottor Pasquale Spagnuolo.

«Il nuovo Consiglio dell'Avis Comunale di Termoli, scaturito dall'Assemblea svoltasi ieri 31 marzo, mi ha eletto nuovo Presidente dell'Associazione per i prossimi 4 anni.

Succedo a Mario Ianieri che ha condotto con passione e competenza gli ultimi due mandati ed ha rivolto parole di stima e di sincera amicizia su questa pagine di f.b. alla mia persona.

A cent'anni dalla nascita di Samuele Spagnuolo, mio padre, che fondò il 21 giugno 1969 a Campobasso la prima sezione AVIS del Molise, alla cui figura ho dedicato un libro che vedrà la stampa nei prossimi mesi. A quasi quarant'anni dalla fondazione dell'AVIS a Termoli, il 28 marzo 1982, ad opera di Angelo Benaduce , adesso tocca a me l'onore di guidare quella che da sempre è considerata la più attiva, efficiente e fantasiosa sezione molisana, portata ad esempio anche fuori dai confini regionali, per aver coinvolto negli anni migliaia di ragazzi e ragazze in un Progetto Scuola imitato altrove.

L'impegno mio e del nuovo esecutivo formato dallo stesso Ianieri, da Vittorio Durante, Michele Di Domenico, Basso Marinucci, opererà nell'ottica della continuità di intenti rispetto alla passata gestione puntando sulla vaccinazione anti Covid-19 il più presto possibile di tutti i donatori periodici e attivi; al coinvolgimento dei giovani anche nei ruoli decisionali dell'Associazione; all'inclusione di persone provenienti da altri Paesi per i quali la donazione di sangue può essere una formidabile occasione di inclusione sociale; al rilancio del Servizio Trasfusionale dell'Ospedale di Termoli relegato a ruoli marginali nel panorama trasfusionale regionale da scelte Aziendali che ne hanno depotenziata la rilevante attività di anni passati; all'attivazione di un portale del donatore/donatrice che consentirà la prenotazione on-line della donazione e la consultazione, sempre on-line, dei propri esami di sangue.

A tutti gli iscritti dell'Avis di Termoli vadano i più sinceri Auguri di una serena Pasqua con la speranza della resurrezione dell'Italia intera da questa micidiale pandemia Covid-19».