Primo maggio termolese tranquillo, occhio al cielo in bar e ristoranti

Attualità
sabato 01 maggio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Corso nazionale
Corso nazionale © TermoliOnLine

TERMOLI. Cielo bizzoso, nuvoloso, umido, qualche goccia di pioggia, senza strafare. Non l’ideale per trascorrere il Primo maggio in giro, anche se di gente comunque ce ne stava, tra centro, borgo e lungomare.

I commercianti hanno deciso di mettersi in gioco nel giorno della Festa del Lavoro, ma hanno raccolto non moltissimo, almeno questo è stato quanto ci ha riferito il loro portavoce Maurizio Giamberardino, che con Termolionline aveva lanciato il messaggio delle attività commerciali a disposizione di tutti anche nel giorno rosso in calendario, il rosso tradizionale, per carità, non quello “restrittivo”.

«Mattinata molto tranquilla, qualche cliente si è visto, ma si tratta di persone che ben conosciamo, non ci sono stati volti nuovi – ha riportato Giamberardino – e non persone di passaggio, un minimo di lavoro c’è stato, come peraltro potrebbe avvenire in qualsiasi domenica mattina».

L’auspicio degli esercenti adriatici era legato al pomeriggio, nella speranza di un meteo che invogliasse allo shopping.

Giornata festiva importante anche per i locali pubblici, la prima dopo le riaperture di lunedì scorso, subito messi alla prova i gestori di ristoranti e attività di somministrazione col rebus pioggia, servizi ai tavolini, solo quelli, eccezion fatta per gli asporti, divieto di consumazione all’interno e al banco, con un occhio al menù da parte dei clienti e di tutti al cielo, scrutando eventuali precipitazioni che complicassero la situazione.