Abruzzo-Molise nella guida Lonely Planet, Selvaggia Lucarelli: «Regioni del cuore»

Unite dalla cucina che si forgia su territori incontaminati, Abruzzo e Molise, seppur ormai divise, restano legate da tradizioni millenarie e, da oggi, anche dalla prima guida di Lonely Planet

Attualità
mercoledì 16 giugno 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Trabucco a Termoli (foto archivio)
Trabucco a Termoli (foto archivio) © TermoliOnLine

ABRUZZO-MOLISE. Un tempo unite, oggi divise: Abruzzo e Molise condividono un passato strepitoso e un futuro roseo. Terre prima semi sconosciute, negli ultimi anni hanno attirato centinaia di curiosi, alla costante ricerca di quello che le due regioni hanno da offrire: paesaggi mozzafiato, verdeggianti colline incontaminate, innevate vette dove l’aria è pura e tramonti mozzafiato che si tuffano in mare.

Non è un mistero, dunque, se anche la rinomata Lonely Planet abbia deciso, in questo 2021 di rinascita, di dedicare una guida ad Abruzzo e Molise. Una sfida, quasi, lunga 365 giorni che ha portato Luigi Ferrauto a completare la collezione. All’interno sono presenti suggerimenti degli esperti, itinerari consigliati e le attività da svolgere all’aperto.

L’annuncio è stato dato dalla ormai molisana di adozione Selvaggia Lucarelli che, sul suo profilo facebook, seguitissimo, ha scritto: «Tra le poche cose positive di questo ultimo anno e mezzo c’è il fatto che abbiamo riscoperto la bellezza di viaggiare in Italia. E Lonely Planet ha pubblicato la prima guida Abruzzo e Molise, che un po’ mi coinvolge perché quest’estate, nel mio ultimo giorno in Molise, mentre visitavo l’anfiteatro romano a Larino ho incrociato chi stava lavorando a questa guida. Ovvero Luigi. Ho sentito che dicevano “c’è un tizio di Lonely Planet che sta visitando il sito!” e mi sono precipitata a conoscerlo. Perché se io non facessi questo lavoro farei quel lavoro lì: quello di chi scrive le guide di viaggi. Io e Luigi Ferrauto (persona amabile) alla fine abbiamo fatto amicizia. Gli ho detto di andare a vedere le cascate di Carpinone, di andare a dormire da Salvatore e poi ci siamo raccontati altro, di altri luoghi, lui per esempio che Procida gli è rimasta nel cuore. Insomma, io sono felice di questa guida che racconta due regioni del cuore (nonni paterni mezzi abruzzesi e mezzi molisani) e di essere nei ringraziamenti della @lonelyplanet_it, che è un po’ come quando finisci nella fotina centrale della settimana enigmistica».