“Subito in sintonia con il dottor Bernardino Molinari”

Diritti dei Minori, la garante Leontina Lanciano consegna Passaporti al San Timoteo

Attualità
martedì 20 luglio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
“Subito in sintonia con il dottor Bernardino Molinari”
“Subito in sintonia con il dottor Bernardino Molinari” © TermoliOnline.it

TERMOLI. Sono stati consegnati al San Timoteo di Termoli, i Passaporti dei Diritti dei minori, realizzati dal Garante regionale dei Diritti della Persona.

Presso l’Unità Operativa ostetrica ginecologica, la Garante Leontina Lanciano ha incontrato il responsabile, dottor Bernardino Molinari, e la coordinatrice dottoressa Maria Castellani, consegnando loro copie dei ‘passaporti contenenti’ i 54 articoli della Convenzione di New York, approvata dalle Nazioni Unite il 20 novembre 1989. Si tratta della più importante convenzione internazionale a tutela dei diritti dei minori.

“Tutti i bimbi che nascono sono portatori di diritti - spiega la Garante - Il ‘Passaporto’ è uno strumento utile per i genitori e per i figli per una piena consapevolezza della tutela e delle azioni  a garanzia  dei  diritti”.

Il ‘Passaporto’ evidenzia alcuni principi fondamentali della Convenzione, quali la Non discriminazione, il Superiore interesse del minore, il Diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino, il Diritto all’informazione e all’Ascolto delle opinioni del minore.

Quest’ultimo aspetto (enunciato nell’articolo 12), molto importante, attiene al diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano.

Un’operazione formativa e informativa quella del Garante regionale dei Diritti, che, attraverso la distribuzione di questa guida per i minori e per le famiglie, ha permesso alla dottoressa Lanciano di entrare in contatto diretto con gli operatori dei punti nascita dei tre principali nosocomi regionali e di avviare collaborazioni per nuove iniziative .

“Ho trovato una grande professionalità e ottima organizzazione  nel reparto neonatale di Termoli - prosegue Lanciano - un setting adeguato all’accoglienza delle coppie, delle mamma e dei nascituri. Sono entrata subito in sintonia con il primario dottor Bernardino Molinari, e ho assicurato la mia disponibilità e supporto per la realizzazione di progetti da condividere”.