Prevenzione oncologica e letteratura, narrazione culturale e scientifica

Incontri lun 08 novembre
Attualità di Dalila Catenaro
4min
Incontro con Marinangela Bellomo

TERMOLI. “Leggo insieme a te, letture a tema”; una giornata che si è svolta alla Cala Sveva e che ha visto come protagonisti: Letture e l’importanza della prevenzione, con la “Lilt” di Campobasso.  Una giornata all’insegna della lettura, ma anche dell’importanza della prevenzione, sia maschile, che femminile, anche perché questo incontro è stato organizzato a cavallo tra il mese di ottobre e il mese di novembre; rispettivamente il mese della prevenzione oncologica per il tumore al seno e il mese della prevenzione per il tumore alla prostata. Un incontro organizzato dalla consulta femminile della lega provinciale di Campobasso, assieme all’associazione “La casa del libro”.

Presenti Maria Rosaria Pacientra, consigliera Lilt, Daniela Battista, presidente dell’associazione la casa del libro e Marinangela Bellomo, volontaria dell’associazione Lilt e operatrice dei luoghi di prevenzione della regione Molise.  

 

La prevenzione è importantissima ha ribadito la Bellomo, in particolar modo in questo periodo di pandemia. Sin da bambini bisognerebbe parlare di prevenzione, la cosiddetta prevenzione primaria, istillando così i corretti stili di vita, per poter raggiungere un benessere fisico e psichico. Un invito ai più giovani nel cominciare a svolgere esami di prevenzione, per prevenire o evitare l’insorgenza di alcune patologie.  L’iniziativa nasce dall’idea della consulta femminile dell’associazione provinciale di Campobasso, che si occupa della diffusione della prevenzione attraverso vari eventi.

L’incontro è stato pensato in maniera del tutto informale, come un tè tra amici, pertanto di pomeriggio, in una location meravigliosa sul mare, come quella della Cala Sveva; coinvolgendo gli amici dell’associazione la casa del libro. Poiché lo strumento del libro, può riflettere e aiutare se stessi per superare momenti molto difficili. La Bellomo ha spiegato l’importanza della lettura, poiché leggendo, si trovano tra le righe di un libro, dei messaggi, che delle volte sembrano essere proprio diretti a noi, perché magari ci aiutano in un momento particolare, in un momento di cambiamento, che può accadere nella vita di chiunque. Ognuno di noi leggendo, comincia un viaggio, un iter alla ricerca di qualcosa di nuovo, che ci porti a mutare, a trasformare e dove si incontrano diversi archetipi.  

L’incontro si è svolto attraverso delle letture di alcuni libri, intraprendendo un viaggio, il viaggio dell’eroe, che porta alla trasformazione di ciascuno, in una nuova vita, condita di speranza, combattività e tanto altro. Intraprendere un viaggio, con il coraggio di affrontare anche le difficoltà, per poter scrivere una bellissima storia nuova di se stessi, ha concluso la Bellomo. Maria Rosaria Pacientra ha spiegato l’importanza della formazione, per parlare di benessere e salute. Il centro istituito a Larino presso l’ospedale di comunità Vietri, è un centro di didattica multimediale che si occupa di prevenzione oncologica. In questo centro vengono ospitati i ragazzi delle scuole, enti, aziende e docenti. Una metodologia di insegnamento interattiva, attraverso laboratori.

Ci sono operatori che danno delle tecniche di scrittura creativa, laboratori scientifici, musicali e informatici. Si cerca di coinvolgere e informare una fascia della popolazione ampia, dai più piccoli, ai più grandi. La Lilt, oltretutto ha ricordato la Pacientro, offre servizi di trasporto ai malati oncologici presso le strutture ospedaliere di Campobasso e supporto per le terapie che i pazienti devono affrontare. Offrono servizio anche presso il day hospital oncologico dell’ospedale San Timoteo, con uno sportello, di supporto, sia al personale medico che infermieristico.

Daniela Battista, ha spiegato che la Lilt insieme ad altre associazioni, librerie e scuole ha firmato il patto per la lettura, un patto che nasce dal fatto che Termoli è diventata città che legge. In passato ha anche adottato una casetta per i libri. La Battista ha continuato dicendo: Leggere dal punto di vista terapeutico, della conoscenza, della crescita culturale, dello studio e della distrazione, poiché la lettura può essere un momento particolarmente significativo della giornata. Insieme ai soci dell’associazione sono stati scelti diversi libri da leggere, in cui si sono ritrovati stati d’animo differenti. Stati d’animo che tutti possiamo provare. Poiché nei libri si trovano racchiusi emozioni e sentimenti.  Durante l’incontro sono stati letti diversi passi di alcuni libri, proprio dai soci dell’associazione: dai “Promessi sposi”, al “Conte di Montecristo”, passando anche per altri libri.

Ha moderato il pomeriggio d’incontro Marinangela Bellomo, che ha proposto diverse figure archetipe importanti che si ritrovano nei libri: dalla figura dell’innocente, all’orfano, al viandante, al guerriero, al martire e fino al mago. Tutti archetipi che si ritrovano nei romanzi.

Durante l’incontro sono intervenute la dottoressa Marianna D’Aulerio, psicoterapeuta della Lilt e la dottoressa Patrizia Farina, oncologa del day hospital di Termoli.

La dottoressa D’Aulerio ha letto e analizzato alcune frasi, alcuni pensieri, che sono stati scritti dai presenti in sala. Ha spiegato di come i nostri archetipi e quello che viene chiamato l’inconscio collettivo, viene influenzato dalle nostre esperienze personali. Il viaggio dell’eroe, come ha ribadito la dottoressa, serve ad immergersi in qualcosa di profondo, che sia nostro, prendere una consapevolezza in più e integrarla con quello che siamo, cercando di capire come utilizzarla nella nostra vita.

La dottoressa Patrizia Farina ha letto un testo sull’importanza della prevenzione. La prevenzione, uno strumento efficace per combattere qualsiasi patologia e rappresenta la base da cui partire per assicurare il benessere dell’intera comunità. Tantissimi i progetti promossi sul territorio, con l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione.

Durante l’incontro sono stati creati dai presenti: disegni, frasi, poesie e pensieri. In conclusione Angelina, ha letto una sua poesia, tratta dal libro: “La ragazza nel mare degli occhi”.

Galleria fotografica
Ti potrebbero interessare

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione