Zavorra di debiti e riorganizzazione della sanità, primo tavolo tecnico con Toma

Nella morsa sab 27 novembre 2021
Attualità di La Redazione
1min
Sanità molisana, Toma sull'esito del tavolo tecnico

CAMPOBASSO. Il commissario ad acta della sanità Donato Toma, nelle sue vesti delegate dal Governo, fa il punto sul tavolo tecnico che monitora il deficit del comparto.

Una regione commissariata illo tempore, quasi 15 anni, e una zavorra di debiti che non riesce ad essere appianata.

Solo nel 2020 si aggirava sui 106 milioni di euro.

Da qui la difficoltà di mettere mano alla rete ospedaliera e alla medicina del territorio seguendo le esigenze della comunità al fine di garantire il diritto alla salute e di accesso alle cure.

Il Covid e l’emergenza sanitaria che ne è derivata ha poi spostato il tiro, chiaramente, ma il vulnus organizzativo resta tale, se non ancora più profondo.

Di ieri l’approccio critico che abbiamo pubblicato sui Lea, a firma di Pino D’Erminio, poiché i livelli essenziali di assistenza dei molisani sono a rischio, oltretutto, dai commissariamenti esterni ed interni non hanno tratto alcun giovamento.

Il presidente-commissario Toma, su cui prende il ricorso al Tar verso il piano adottato a settembre e che sarà discusso il prossimo primo dicembre, nelle scorse ore si è recato a Roma per partecipare al primo tavolo tecnico del nuovo corso, dopo le dimissioni di Giustini e Degrassi, avvenuti nel 2021.

Un tavolo coordinato dal direttore generale del Ministero dell’Economia e delle Finanza, Angela Adduce, sì perché il commissariamento, ci teniamo a ribadirlo, è di carattere più finanziario che sanitario, anche se poi interviene e condiziona il comparto della salute.  

Ma cosa emerge da questo confronto periodico? Ultimo monitoraggio dell’andamento attuale? Da un lato screening da rafforzare in maniera significativa e il disavanzo da 106 milioni, dall’altro la possibilità di sbloccare le premialità – qualcosa come 38 milioni di euro – che darebbero un po’ di ossigeno al derelitto Molise.

L’unica soluzione possibile è quella di un Governo Draghi che allarghi i cordoni della borsa, disponendo un intervento straordinario. Fantapolitica?

 

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione