«Vorremmo vivere fino in fondo la preziosità della morte di papà»

Il commiato dom 14 agosto 2022
Attualità di La Redazione
2min
I funerali di Vincenzo Mattia a Guglionesi ©Termolionline.it
I funerali di Vincenzo Mattia a Guglionesi ©Termolionline.it

GUGLIONESI. Mercoledì prossimo, 17 agosto, l'arcivescovo emerito Domenico D'Ambrosio sarà a Guglionesi, per una messa in suffragio di Vincenzo Mattia.

Il sacerdote don Nicola, figlio dell'85enne, ha voluto ringraziare tutti, per l'abbraccio commosso avuto dalla famiglia in questo dramma, in occasione dei funerali di ieri, celebrati alla chiesa di Santa Maria Maggiore.

«Il capitolo 32 del Libro della Genesi, ai versetti 25–33 racconta di una notte nella quale Giacobbe ha lottato con Dio.

È così che abbiamo vissuto questa lunga notte dal 24 maggio al 7 agosto scorso; lottando con Dio nella speranza di riavere papà.

Il lutto, la sofferenza è come la ferita di Giacobbe: una fragilità nella quale è testimoniata la lotta con Dio che nella luce della Pasqua, ci visita come sole che sorge (dice san Luca) e diviene benedizione come nel racconto di Giacobbe.

L’abbraccio benedicente di Dio lo stiamo sperimentando attraverso la vicinanza di ognuno di voi e per questo, con tutta la mia famiglia, vi diciamo grazie.

In questa lunga notte di prova, grazie è stata la parola che abbiamo ripetuto più frequentemente e che ha rischiarato il buio.

Teillhard de Chardin sostiene che molte volte la sofferenza è la strada tracciata da Dio che ci fa incamminare verso l’eternità e, continua, a volte, mentre noi cerchiamo di trattenere, per un amore che ha qualcosa di egoistico, in terra i nostri cari, essi già, percorrono la strada verso l’eternità. È così che abbiamo vissuto, con un supplemento di umanità, questo percorso che oggi trova un suo apice.

Continua de Chardin e ci dice che se restiamo sotto la croce rischiamo di essere impressionati dalla sua ombra; se accettiamo di salire sopra di essa, scopriamo panorami di inattesa bellezza e lo stupore potrà sorprenderci. A Cristo, chiediamo di farci posto, oggi, sulla sua croce. Solo così vedremo ciò che egli vede e ameremo ciò che egli ama. Con lo sguardo della fede il nostro pensiero sereno a chi, involontariamente, è stato strumento per il compimento del mistero.

Il Salmo 116, al versetto 15 ci fa pregare: “Agli occhi del Signore è preziosa la morte dei suoi fedeli”

Vorremmo vivere fino in fondo la preziosità della morte di papà; senza fronzoli, senza gesti che portino a sublimare la morte ed è per questo che non chiediamo applausi e null’altro che non appartenga al rito ma soprattutto chiediamo gesti di carità che possano dare sollievo e chi è nel bisogno e chiediamo tanta, tanta preghiera.

Così che, questo mistero, la morte, sia guardato con gli occhi di Dio, e accolto in tutta la sua preziosità.

Ancora la Parola di Dio ci spinge a guardare con serenità al mistero della morte e a comprendere come San Francesco riesce a chiamarla “sorella”. Nel Cantico dei Cantici, la sposa chiede: "Attirami, noi correremo”. È così proprio così che l’anima, libera dai vincoli terreni corre verso Dio in uno slancio d’amore che è “Più forte della morte” (è ancora il Cantico dei Cantici a parlare).

Grazie al Vescovo e al presbiterio che sono un vero dono di Dio.

Grazie a tutta la Chiesa Diocesana che come vera famiglia si fa abbraccio

Grazie a tutta la famiglia nella carne che ancora una volta ha saputo essere quanto il Cuore di Cristo desidera.

Grazie a tutti i presenti e a quanti si sono fatti vicini in ogni modo.

Con le parole della Liturgia, nell’attesa che si compia la beata speranza dell’Avvento del Signore,

A Te la nostra lode, o Trinità dolcissima e beata.

Che sempre sgorghi e sempre rifluisci.

Nel quieto mare del tuo stesso amore. Amen»

Don Nicola Mattia.

Ti potrebbero interessare

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione