Ente nazionale sordi Molise "precisa" sulla sensibilità delle istituzioni

Quasi una replica ven 23 settembre 2022
Attualità di La Redazione
2min
Antonio De Michele ©Termolionline.it
Antonio De Michele ©Termolionline.it

CAMPOBASSO. Dalla sede regionale molisana dell’Ente nazionale sordi una precisazione che sa di replica rispetto alle iniziative messe in campo per la Giornata internazionale delle Lingue dei Segni. Nota inviata dal presidente Antonio De Michele, dopo la diffusione del comunicato da parte del Movimento 5 Stelle Termoli.

«Il 23 settembre è la Giornata internazionale delle Lingue dei Segni. L’assemblea generale delle Nazioni Unite, con la risoluzione A/Res/72/161 adottata ormai 5 anni fa, ha scelto questo giorno per ricordare ogni anno al mondo la necessità di riconoscere, promuovere e proteggere le oltre 200 differenti lingue dei segni nel mondo. Tale risoluzione promuove il riconoscimento legale delle lingue dei segni nazionali - equiparate alle lingue nazionali parlate e scritte - per proteggere la diversità linguistica ed evidenzia la necessità di prevedere servizi accessibili, un’esposizione precoce e stabile alla lingua dei segni nazionale e un’educazione di qualità in un’ottica bilingue (lingua dei segni e lingua nazionale) per garantire il pieno sviluppo e la piena realizzazione dei diritti umani delle persone sorde.

Per questa edizione 2022 vogliamo che il mondo intero possa rendersi conto del senso di comunità e appartenenza, dell’unità generati dalle lingue dei segni. La Wfd, la Federazione Internazionale delle Persone Sorde di cui siamo membri, ha lanciato la sfida “Blue Light for Sign Languages” per rendere più forte il nostro messaggio e unire il mondo, i suoi cittadini, le comunità e le società attraverso la luce blu. 

Il 23 settembre alcuni tra i luoghi più rappresentativi del mondo come il Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra si illumineranno di blu per riaffermare l’impegno a supportare le lingue dei segni, sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sordità ed esprimere vicinanza alla comunità sorda globale. Il colore blu, infatti, è stato usato dalla Wfd fin dalla sua fondazione nel 1951 e il fiocco blu è stato il simbolo della lotta delle comunità sorde nel corso dei secoli per l’uguaglianza nella società, i diritti umani delle persone sorde e il riconoscimento delle lingue dei segni nazionali.

Abbiamo invitato ad accettare questa sfida la Regione Molise, le Province di Campobasso e Isernia, i Comuni di Termoli, Campobasso e Isernia, proponendo anche un’altra sfida che era quella di inviare un video in cui si chiedeva di segnare la seguente frase “I segni uniscono” e di unire così tutti i rappresentanti e l’Istituzione che rappresentano alle celebrazioni di questo giorno così importante per la comunità sorda italiana in generale e del loro territorio in particolare. Abbiamo inviato gli inviti tramite Pec e non abbiamo ricevuto nessuna risposta dal Comune di Campobasso, di Termoli, Isernia e neppure dalla Provincia di Isernia e Campobasso.

L’unica risposta l’abbiamo ricevuta dal Presidente della Regione Donato Toma che impossibilitato ad aderire alla sfida illuminiamoci di blu ha accettato di inviarci un video Lis che abbiamo subito girato alla nostra sede centrale di Roma che si è impegnata a pubblicare sui canali social. Ho sollecitato il comune di Campobasso affinché ci facesse sapere se c’era l’intenzione di venirci incontro e di dirci quale piazza o monumento si illuminavano, per poter informare la nostra Sede Centrale e per poi fare dei video o delle foto ma ad oggi 23 settembre non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione scritta di partecipazione né illuminando un qualsiasi edificio o piazza né comunicando che avrebbero inviato un video Lis. Quindi ci tenevo a precisare la cosa vista la nota del Movimento 5 stelle inviata alla vostra redazione. Ringraziando chi ci ha dimostrato solidarietà e vicinanza con un piccolo gesto inviamo cordiali saluti a tutti gli altri». 

Ti potrebbero interessare

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione