San Timoteo allo stremo, «Vogliamo due tavoli permanenti di confronto»

BOTTA E RISPOSTA lun 06 febbraio 2023
Attualità di La Redazione
2min
San Timoteo allo stremo, «Vogliamo due tavoli permanenti di confronto» ©TermoliOnLine
San Timoteo allo stremo, «Vogliamo due tavoli permanenti di confronto» ©TermoliOnLine

TERMOLI. Le problematiche dell’ospedale San Timoteo sono ben note a tutti e, nel corso degli ultimi giorni, sono tante le organizzazioni sindacali che chiedono a gran voce tavoli tecnici per trovare le soluzioni più consone.

Il responsabile per la sanità pubblica e privata della Fp- Cgil per il Molise il dottor Gianluigi Angelucci, a mezzo di una nota stampa, appoggia e condivide il responsabile di tutti i dirigenti medici del servizio sanitario nazionale, il dottor Antonio Vallo. 

«La Fp-Cgil intende, come sempre ha fatto, entrare nel merito della questione legata alla cosiddetta carenza di personale all’interno del San Timoteo. Che il San Timoteo abbia sempre sofferto di carenze di personale vario sia della  dirigenza medica che del comparto Sanità è storia oramai vecchia e conosciuta a tutta la cittadinanza ma, è anche vero (e va detto per onestà intellettuale) che nel corso di questi ultimi anni, al netto di quanto avvenuto durante il periodo della pandemia da  Covid, che la direzione strategica dell’Asrem ha proceduto ad avviare i concorsi (molti andati deserti) il reclutamento anche di personale medico specialista in anestesia e rianimazione. Nel corso degli ultimi anni al San Timoteo sono arrivati, dopo diverse procedure andate a vuoto e in periodi distinti, diversi anestesisti-rianimatori che erano anche basso molisani. Il motivo non è noto ma questi nostri professionisti sono “scappati” dal San Timoteo per andare a lavorare fuori regione o addirittura in regime libero professionale presso altre aziende.  

Le domande da fare sarebbero molteplici ed una in particolare verrebbe in mente anche a chi non è un addetto ai lavori: perché un professionista del posto che dopo anni di studi e sacrifici che rientra nella propria città decide di andare via? In questi giorni dopo una lunga interlocuzione con la direzione strategica (che si è attivata immediatamente) tra il nostro rappresentante dottor Vallo ed il rappresentate della Cimo-Fesmed e grazie alla disponibilità degli anestesisti-rianimatori di altri presidi sembrava giunta a conclusione, almeno per il mese di febbraio, una problematica che avrebbe bloccato gli interventi chirurgici e danneggiato la popolazione basso molisana; ma, nonostante questi interventi, da un problema sembra sorgerne immediatamente un altro. Ma questa situazione a chi giova? Perché se prima si riuscivano a coprire solo le urgenze ora con l’arrivo di questi anestesisti non è cambiato nulla? Il presidio ospedaliero, i lavoratori tutti del San Timoteo e, la cittadinanza certamente necessitano di un ospedale che abbia un sistema di governance efficiente che riesca a dare risposte a tutti i lavoratori ed alla cittadinanza ottimizzando al meglio le risorse disponibili conciliando l’orario di lavoro con i tempi di riposo.

Pertanto chiediamo due tavoli permanenti di confronto, il primo per il miglioramento della governance del nosocomio termolese, il secondo per monitorare costantemente lo stato delle assunzioni del personale della dirigenza e del comparto».

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2023 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione