Il diritto di avere diritti si apprende dai più piccoli

Attualità
sabato 26 maggio 2018
di La Redazione
Più informazioni su
La premiazione al Sacro Cuore con la Fondazione Milani
La premiazione al Sacro Cuore con la Fondazione Milani © Termolionline.it

TERMOLI. Sfilata di premiazione ieri mattina nella sala della Parrocchia del Sacro Cuore a Termoli, dove si è svolta la cerimonia del concorso scolastico indetto per il 2018 dalla Fondazione “Lorenzo Milani” Onlus sul tema “Cittadinanza Bene Comune: Il diritto di avere diritti”.

Il concorso, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado di Termoli e del Basso Molise, è giunto alla sua sesta edizione, e continua a riscuotere notevole interesse e partecipazione: quest’anno i lavori pervenuti sono arrivati da 14 classi di cinque scuole di Termoli, Campomarino e Larino, ed hanno coinvolto più di 260 studenti dai nove ai sedici anni.

Il tema scelto per l’edizione in corso, la cittadinanza, si collega a quello dell’accoglienza proposto nel 2017 ed è certamente un tema difficile e controverso, che ha tuttavia molto interessato i ragazzi, ed ha portato alla realizzazione di lavori digitali, grafici, multi materiali spesso sorprendenti per creatività, sensibilità e fantasia.

Sono stati assegnati tre premi in denaro, ciascuno di trecento euro, da destinare all’acquisto di materiale didattico o alla realizzazione di progetti, e sono state consegnate ai ragazzi e ai loro insegnanti targhe e pergamene ricordo.

Ogni classe ha spiegato il metodo seguito, rivelando disinvoltura e buone capacità espressive nel mettere in evidenza motivazioni e momenti esecutivi, e soprattutto dimostrando di aver approfondito con passione l’argomento e di aver maturato una propria posizione su di esso, con l’aiuto delle insegnanti che hanno guidato con attenzione la discussione, le fasi operative e il lavoro collettivo.

Per la scuola primaria si sono classificate prime le classi V^ A e V^ B dell’Istituto Comprensivo Statale di Campomarino, Scuola Novelli, che hanno scritto poesie, rivisitato l’Inno di Mameli usando le lingue dei paesi rappresentati in classe, creato poster coloratissimi e fantasiosi.

Ancora Larino sul podio per la scuola secondaria di Primo Grado, con la classe I^ A e la sua splendida mongolfiera della cittadinanza, che trasporta tutti i paesi del mondo in alto, ad annullare i confini e a realizzare una terra dove i cittadini sono tutti uguali.

I ragazzi della II^ A dell’Istituto Professionale di Campomarino, infine, hanno diviso il premio con la I^D del Liceo Scientifico Alfano da Termoli: dopo essersi confrontati in classe, in maniera anche accesa secondo il loro resoconto, sul tema del concorso, senza trovare un accordo, hanno poi scelto di dare voce ai protagonisti e di raccontare con un fumetto digitale tre percorsi diversi che hanno portato alla conquista della cittadinanza.

I secondi invece hanno voluto prima di tutto informare, con un video molto ben strutturato, sui diversi tipi di Ius: Soli, Sanguinis, Culturae, e sui requisiti per diventare cittadini italiani. Hanno poi ricostruito la situazione degli studenti stranieri in Molise, con e senza cittadinanza, e presentato la testimonianza di operatori dello Sprar che operano con la Caritas di Termoli-Larino proprio su questi temi.

Una bella giornata di impegno e di festa, che ancora una volta ci convince dell’importanza di coinvolgere le giovani generazioni nella riflessione e nell’azione sui beni comuni, e dell’assoluta rilevanza del ruolo della scuola nel mettere al primo posto il confronto, la discussione e la conoscenza per poter cambiare gli stereotipi e le paure di cui si nutre il razzismo, oggi purtroppo sempre più presente nella vita di tutti noi.