Festa del ringraziamento a Montecilfone, tra disagi e prospettive

Attualità
Termoli lunedì 14 gennaio 2019
di La Redazione
Festa del ringraziamento a Montecilfone
Festa del ringraziamento a Montecilfone © Termolionline.it

MONTECILFONE. E’ andata in scena ieri la classica Giornata del ringraziamento organizzata dalla locale sezione della Coldiretti, guidata da Giorgio Manes. Uno dei momenti di maggiore impatto giallo-verde – le bandiere Coldiretti, nulla di riferimento al Governo Conte e alla maggioranza grillo-leghista – in basso Molise, assieme a Palata. Lo testimonia uno dei principali esponenti presenti ieri, l’assessore regionale all’Agricoltura Nicola Cavaliere, molto popolare in loco. «Sono stato invitato alla Giornata del ringraziamento, organizzata da Coldiretti a Montecilfone. Una splendida mattinata trascorsa, insieme al direttore Ascolese e al rappresentante locale Manes, con gli agricoltori e le loro famiglie.

Una domenica tra la gente, per vivere il territorio e comprenderne le problematiche e necessità e senza rinunciare mai a un tocco di leggerezza: qui, ad esempio, sono stato fotografato mentre ero alla guida di un trattore 200 cavalli che ho 'domato' senza alcuna difficoltà e tra l'entusiasmo dei presenti. Nella vita bisogna adattarsi a saper fare tutto». Oltre a Cavaliere, c’erano il direttore regionale dell’associazione di coltivatori diretti e imprenditori agricoli Aniello Ascolese, il vescovo della diocesi di Termoli-Larino Gianfranco De Luca e i sindaci di Palata, Montecilfone, Tavenna, Mafalda e Acquaviva Collecroce. E’ stata officiata anche la messa del ringraziamento, col parroco don Franco Pezzotta a concelebrare col presule. Nell’omelia, monsignor De Luca ha richiamato l’attenzione dei presenti (e non solo) ai disagi sofferti dalle comunità comprese tra Trigno e Biferno per lo sciame sismico di metà agosto, chiedendo che si metta in sicurezza l’unica chiesa rimasta inagibile a Montecilfone.