Servizio idrico di Termoli, chiesto incontro urgente alla Regione Molise

Attualità
Termoli lunedì 11 febbraio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
L'auto aziendale della Crea-Acea
L'auto aziendale della Crea-Acea © Termolionline.it

TERMOLI. Il trasferimento del servizio idrico integrato dalla Crea gestioni srl (gruppo Acea) alla Florio Group preoccupa e non poco a Termoli, soprattutto le maestranze, che hanno attivato il canale sindacale. Le federazioni di categoria di Cgil, Cisl e Uil. Partita, infatti, una missiva indirizzata all’assessore regionale Vincenzo Cotugno, al commissario dell’Egam Mauro Di Muzio, all’Assindustria Molise (Vincenzo Tosques), all’assessore comunale Enzo Ferrazzano, al presidente del Consiglio Manuela Vigilante, oltre che alla stessa Crea gestioni srl. Nella lettera si chiede richiesta di incontro urgente presso l’assessorato alle Attività produttive.

«Esprimiamo profonda preoccupazione per il futuro dei lavoratori della Crea Gestioni Srl, società facente capo ad Acea S.p.a., che gestisce la distribuzione dell'acqua a Termoli. Infatti la delibera n. 164 del 31/01/2019 emanata da Comune di Termoli farebbe pensare ad un affidamento temporaneo del servizio idrico integrato del Comune di Termoli alla Societa Florio Group S.r.l. di Foggia in luogo della uscente Crea Gestioni S.r.l. Da informazioni sommarie apparse sugli organi di stampa la suddetta società Florio Group S.r.l. appare come una società debitoria con il Fisco per un piano di rientro in corso, debitoria con i propri dipendenti per alcuni stipendi arretrati ancora da saldare e, dopo aver perso gli appalti precedentemente gestiti in Acquedotto Pugliese, ha anche ricevuto un pignoramento di 26mila euro dal Tribunale di Foggia. Vorremmo verificare la bontà di tale affidamento deciso dal Comune di Termoli, sia per l'idoneità di tale società al subentro e confidiamo nel ruolo dell'Egam che meglio potrà individuare eventuali difformità da quanto previsto per gli affidamenti del caso, ma soprattutto vorremmo verificare fino in fondo eventuali alternative, compreso quella della continuità della gestione attuale, onde garantire i livelli occupazionali e di servizio idrico efficiente a Termoli.

Pertanto chiediamo a codesto assessorato di convocarci in via urgente al fine di precedere la fase esecutiva dell'affidamento previsto dal Comune di Termoli». Richiesta firmata dal segretario della Filctem-Cgil Lino Zambianchi, anche a nome di Uiltec e Femca-Cisl.