"La voce del buio", cercasi donatori

Attualità
giovedì 28 marzo 2019
di Eliana Ronzullo
Più informazioni su
"La voce del buio", cercasi donatori © web

TERMOLI. Donare la propria voce per persone non vedenti, ipovedenti, con Dsa e con difficoltà nella lettura è un gesto di grande generosità e solidarietà.

L'importanza e la grandezza dell'iniziativa non hanno bisogno di commenti, aiutare chi si trova in difficoltà, di qualunque difficoltà si tratti, è il più grande segno di umana generosità, che trova in se stessa la propria gratificazione.

Perché non donare la propria?

Da oggi è possibile grazie al progetto “La voce del buio”: la prima piattaforma del Molise e del Centro-Sud Italia per audiolibri.

Il progetto, unico nel suo genere, è stato ideato per poter essere di aiuto agli altri e quindi per permettere a coloro che vogliono diventare donatori di voce di avere un ruolo nella società, trasmettendo ai pari in difficoltà il piacere della lettura.

“Le parole cardine del progetto sono reciprocità, condivisione e solidarietà: principi che bisogna fare propri per poter crescere con consapevolezza.

I donatori di voce, gratuitamente e secondo le loro specifiche competenze, registreranno le loro letture che verranno in seguito caricate sulla piattaforma.

Inoltre Pietro La Barbera, uno degli ideatori del progetto, offrirà ai volontari un laboratorio di lettura espressiva.

Promotrice di questo coinvolgente e impegnativo progetto è l’Ansi di Campobasso (Associazione Nazionale Scuola Italiana).

“La voce del buio” vuole far capire l’importanza del dono della voce e del recupero della bellezza e dell’utilità dell’ascolto. Perché si possa superare il pregiudizio che la lettura di un libro è un’attività più seria dell’ascolto: l’audiolibro sarà in grado di donare un’esperienza altrettanto arricchente del libro.

La realizzazione di un audiolibro è lunga e prevede un lavoro accurato e minuzioso: i donatori dovranno comprendere a fondo il testo e interpretarne tempi e toni.

Bisogna anche per questo riascoltare l’intera opera registrata per individuare eventuali refusi vocali.

Un viaggio fantastico che permetterà a chi li leggerà di immergersi totalmente nell’opera, diventandone il narratore ufficiale.

Per tutti i volontari che non hanno la possibilità di registrare autonomamente le letture, l’Ansi mette a disposizione i propri computer il sabato pomeriggio per la registrazione.

La ricerca dei volontari è partita: non ti resta che diventare donatore di voce! Perché la tua voce può dare luce e colori a chi non riesce a vederli. Per maggiori informazioni è possibile contattare gli ideatori del progetto”.

Zona Campobasso: Pietro La Barbera al numero 338 91 27 408

Florence Della Valle 338 92 73 427

Zona Termoli: Rosanna Masciantonio 339 48 52 420

Oppure tramite mail info@lavocedelbuio.it