Prima assemblea della Camera penale a Larino

Attualità
Termoli venerdì 12 aprile 2019
di Graziella Vizzarri
Più informazioni su
La Camera penale di Larino
La Camera penale di Larino © Termolionline.it

LARINO. Stamane presso il Tribunale di Larino si è tenuta la prima assemblea plenaria della Camera Penale Circondariale di Larino.

Lo scorso 23 marzo, la stessa, è entrata nelle rete dell’Unione delle Camere Penali Italiane, l’affiliazione è un importante riconoscimento per l’organo neo costituito.

Alla presenza del presidente dell’Ordine degli avvocati del foro frentano Oreste Campopiano, il Presidente,della Camera Penale, avvocato Roberto D’Aloisio insieme al direttivo ha esposto ai colleghi presenti la nuova identità e la necessità della costituzione. L’impegno delle Camere Penali sarà proficuo presso i tavoli tecnici nazionali con delega bianca da parte degl’altri organi coinvolti, quali il Consiglio Nazionale Forense, l’Organismo Congressuale forense e l’associazione Aig.

L’operare della Camera Penale terrà conto della peculiarità e casistica del territorio molisano che si presenta polimorfo. Si evidenzia nel Basso Molise in merito ai reati, la criminalità organizzata, anche traffico internazionale delle sostanze stupefacenti, reati alla persona e la criticità della situazione carceraria che vede la struttura in sovraffollamento.

Molte le prospettive future del quadriennio che vede nel nuovo organo e il suo direttivo,così costituito Presidente RobertoD’Aloisio, dalla vice presidente Maria Testi, dal segretario Luigi Iavasile, dal Tesoriere Donato Saltarelli e dal componente Claudia Venturini. Costituzione del Comitato scientifico, coordinato da Domenico Bruno, e composto dai giuristi, Magistrati e docenti Universitari :Vincenzo Musacchio, Antonio Di Tullio, Maria Rosaria Vecchi e Antonella Balante, una operosità con l’auspicio di poter fronteggiare la peculiarità stessa del territorio e il diritto del cittadino.

Oltre, come da obiettivi dell’Unione delle Camere Penali Italiani, quello di promuove la conoscenza, la diffusione, la concreta realizzazione e la tutela dei valori fondamentali del diritto penale e del giusto ed equo processo penale, elaborando studi ed organizzando iniziative culturali e politiche volte a migliorare il sistema penale e processuale penale. L’intento è anche quello di opera al fine di garantire la corretta applicazione delle norme di legge e per sostenere le riforme dell'ordinamento giudiziario coerenti con i valori di indipendenza, autonomia e terzietà del giudice. Tutelare inoltre, anche attraverso l'elaborazione di proposte di riforma legislativa, il prestigio ed il rispetto della funzione del difensore, affinché i diritti e le prerogative dell'avvocatura ed il diritto di difesa siano garantiti conformemente alle norme costituzionali e internazionali.