«Eravamo amici dalle scuole medie», il maggiore Ficuciello ricorda il maresciallo Di Gennaro

Attualità
Termoli mercoledì 17 aprile 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Il maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro
Il maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro © Termolionline.it

TERMOLI. È un ricordo dovuto e sentito quello del maggiore Fabio Ficuciello, da quasi 3 anni alla guida della compagnia Carabinieri di Termoli, ora in missione internazionale nel Kosovo, riferito al 46enne maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro, ucciso a Cagnano Varano da un pregiudicato. I funerali del sottufficiale sono stati celebrati ieri pomeriggio a San Severo, località di origine di entrambi. «Era un caro amico. Lo conoscevo da moltissimi anni. Era bravo, serio e gioviale. Finanche timido. Sempre educato e gentilissimo. Religioso e rigoroso nel suo mestiere. Lo conoscevo dai tempi della scuola media dove frequentava un’altra sezione. Ma già da ragazzo, sempre disciplinato. Un'espressione di semplicità e onestà. Non verrà dimenticato il valore del suo impegno e la purezza del suo cuore.Una privazione di umanità e professionalità per l intera comunità che aveva l’onore di servire. Ci si incrociava spesso a San severo. Ci teneva molto alla mia amicizia e non solo per vincoli professionali. Mi stimava e io avevo alta considerazione del suo impegno. Una persona buona».