«Se il Tar mantiene aperto il Punto nascita si dimettano i vertici Asrem»

Attualità
Termoli giovedì 18 luglio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
La conferenza in sala consiliare
La conferenza in sala consiliare © Termolionline.it

TERMOLI. La notizia diffusa oggi sulla costituzione in giudizio dell'Asrem contro il ricorso al Tar sul Punto nascita ha inevitabilmente sovvertito la scaletta della conferenza stampa in programma nella sala consiliare coi 4 moschettieri del comitato spontaneo "Voglio nascere a Termoli".

Assieme a Giuseppe Pranzitelli, Debora Staniscia, Alessandra Di Pasquale e Cinzia Ferrante si è seduto il sindaco Francesco Roberti, che ha esternato tutta la sua rabbia istituzionale e personale per la 'resistenza', così si chiama tecnicamente la posizione assunta dall'Asrem al Tar, avverso il ricorso contro la chiusura del Punto nascita, affidata al luminare romano Franco Gaetano Scoca.

Il primo cittadino si è portato sino a paventare la richiesta di dimissioni del triunvirato qualora i giudici amministrativi confermassero la sospensiva cautelare.

Termolionline ha seguito in diretta Facebook l'intera conferenza stampa, che poi si è incentrata sulla raccolta firme, annunciando come siano state superate le 7mila sottoscrizioni alla petizione popolare e delucidando le decine di persone presenti in rappresentanza delle associazioni sul modus operandi in vista della marcia del 21 luglio.