Imparare le lingue è divertente: la Giornata europea vista dalla 'Bernacchia'

Attualità
venerdì 27 settembre 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
Imparare le lingue è divertente: la Giornata europea vista dalla 'Bernacchia'
Imparare le lingue è divertente: la Giornata europea vista dalla 'Bernacchia' © Termolionline.it

TERMOLI. Ieri 26 settembre si è celebrata la giornata europea delle lingue a cui l'Istituto Comprensivo "O. Bernacchia" di Termoli ha partecipato con una manifestazione pubblica a partire dalle ore 9,00. Come ci ha spiegato la professoressa responsabile di questo evento Ilaria Aliberti: "Nella convinzione che la scuola debba sostenere e trasmettere i valori veicolati dal plurilinguismo, l’Istituto Comprensivo "Bernacchia" di Termoli ha deciso di aderire alla celebrazione della Giornata Europea delle lingue. Siamo convinti che conoscere e parlare più lingue apra la mente, favorisca la comprensione tra culture diverse, rendendoci cittadini attivi e non ultimo favorisca l’attività cerebrale, insomma ci renda anche più intelligenti".

E' stata organizzata una giornata davvero molto speciale, come ci dice sempre la professoressa Aliberti: "Con l’aiuto degli studenti della scuola media, abbiamo voluto coinvolgere gli alunni della scuola primaria, attraverso laboratori ludici e attività al fine di sensibilizzarli, incoraggiarli e appassionarli alla conoscenza e allo studio di più lingue europee. La giornata è iniziata con l’accoglienza dei bambini delle classi quinte e delle loro insegnanti, con il canto dell’inno europeo nelle lingue studiate a scuola e qualche riflessione sullo spirito della giornata europea delle lingue. Dopo il saluto iniziale, sono partite subito le attività nei laboratori. Il motto della giornata è “imparare le lingue è divertente”; infatti le attività proposte vanno dal canto (un metodo infallibile per migliorare pronuncia e fluenza), ai giochi linguistici, ai quiz sulla conoscenza delle lingue e dei Paesi europei. La giornata si è conclusa poi in piazza Vittorio Veneto con canti, scenette mute e riflessioni finali insieme ai nostri piccoli ospiti".

La manifestazione è stata patrocinata dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Termoli, e c'è stato anche un intervento del commissario dell'Azienda, il professor Remo Di Giandomenico: "Oltre agli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo, abbiamo avuto il piacere di coinvolgere la classe quinta della Scuola Primaria 'Campolieti' che ha accettato con entusiasmo il nostro invito. L’auspicio è che questa manifestazione sia la prima di una serie di collaborazioni che favoriranno la crescita motivazionale e culturale delle scuole del territorio".