Stop agli sversamenti di via Fiume, al via i lavori per realizzare l'allaccio alla rete fognaria

Attualità
Termoli mercoledì 09 ottobre 2019
di La Redazione
Lavori in corso a Portocannone
Lavori in corso a Portocannone © Termolionline.it

PORTOCANNONE. Hanno preso avvio questa mattina, i lavori per la realizzazione di una vasca di arrivo e rilancio degli scarichi fognari, che verrà posizionata all'imbocco di via Fiume, e che porrà finalmente fine allo sversamento nel "fosso vernile" adiacente alla strada, che rappresentava una situazione davvero indegna di un paese civile.

A renderlo noto il sindaco di Portocannone, Giuseppe Caporicci.

«Si porta così a compimento un opera la cui genesi risale ad oltre sei anni fa (progetto esecutivo approvato con delibera di Giunta Comunale del 23/07/2013) ma mai realizzata.

L'intervento, del valore complessivo di 100mila euro, prevedeva originariamente un finanziamento regionale di 63mila euro (fondi Pisu) e 37mila euro di cofinanziamento con risorse a carico del bilancio Comunale.

Non essendosi realizzata l'opera alla data del dissesto, il cofinanziamento, pur previsto nel bilancio comunale, è rimasto, per l'assenza di vincoli contrattuali, una voce contabile esistente solo sulla carta quindi non utilizzabile per l'imputazione di corretti impegni di spesa.

Nell'impossibilità di reperire risorse all'interno del successivo bilancio di previsione (che ricordiamo essere un bilancio di riequilibrio, quindi di forte compressione delle uscite) e nell'impossibilità di ricevere ulteriore sostegno finanziario dalla Regione (pur puntualmente richiesto), l'Amministrazione Comunale, al fine di scongiurare il concreto rischio di revoca del finanziamento, dopo aver richiesto alla Regione un' ulteriore ed ultima proroga, ha completato il quadro economico, con le delibere di Giunta Comunale 68 del 17 luglio 2019 e 78 del 29 agosto 2019, individuando i 37mila euro mancanti attraverso 20mila euro di contributo da parte dell'Unione dei Comuni, che ha attinto all'intero avanzo di parte corrente 2019 , e con 17mila euro di sponsorship da parte dell'Impresa Franco Basilico, ai sensi dell'art. 20 del dlgs 50 2016 (codice degli appalti).

Si è pertanto realizzato quello che riteniamo essere un esempio di buona amministrazione portando ad esecuzione un opera posta a salvaguardia dell'ambiente e dell'incolumità pubblica senza gravare di un centesimo sulle tasche dei Cittadini.

A questo proposito è doveroso fare un sentito ringraziamento, oltre che all'impresa Basilico per la sponsorship, a tutti i Sindaci dell'Unione dei Comuni del Basso Biferno (quelli passati e quelli recentemente eletti) per aver dato una straordinaria prova di coesione territoriale, scegliendo di non lasciare solo il Comune di Portocannone nelle sue ormai sin troppo note difficoltà finanziarie e gestionali e di sostenerlo, al di là delle appartenenze politiche, per scongiurare la perdita di un finanziamento che sarebbe stato impossibile recuperare diversamente.

L'ennesima dimostrazione, ove ce ne fosse bisogno, che l'Unione fa la forza».