Tunnel, comitato ancora pronto alla battaglia: lunedì l'assemblea pubblica

Attualità
Termoli sabato 12 ottobre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Il comitato No Tunnel
Il comitato No Tunnel © Termolionline.it

TERMOLI. «Poiché la "Questione Tunnel" non è ancora definitivamente chiusa, l'Associazione e il Comitato Referendario Termoli No Tunnel non intendono abbassare la guardia e lasciare languire la situazione in attesa che il Consiglio di Stato si pronunci sull'esito del ricorso presentato dalla ditta De Francesco. Cosa che potrebbe avvenire tra parecchi mesi». Così il Comitato in una nota che ripercorre le tappe salienti della vicenda e invita la cittadinanza a una nuova assemblea.

«Com'è noto il 6 giugno 2019 il TAR Molise ha depositato la sentenza con la quale si accoglie il ricorso presentato dall'Associazione Termoli No Tunnel, contro la realizzazione del Tunnel e annessa devastante speculazione in piazza Sant'Antonio e Pozzo Dolce. Il ricorso è stato presentato anche da Nick Di Michele (M5S) e Pietro D'Andrea (Fiba Confesercenti), ma quest'ultimi due ricorrenti non sono stati ritenuti legittimi.

I Giudici del TAR, nel riconoscere legittimo solo il ricorso presentato dalla componente Termoli No Tunnel, hanno annullato la procedura amministrativa e di conseguenza tutti gli atti relativi al progetto di riqualificazione. L'annullamento è stato motivato dal fatto che la Variante Urbanistica relativa al progetto non è stata sottoposta alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e inoltre perché non è stato sottoposto l'intero complesso di opere alla Valutazione d'Impatto Ambientale (VIA) ma soltanto i parcheggi multipiano. Il 17 settembre la Ditta De Francesco aggiudicataria del progetto ha presentato ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR Molise,cosa che invece non ha fatto il Comune di Termoli.Ed è proprio al Comune di Termoli che adesso spetta l'ultima parola a riguardo. Il Sindaco Roberti e la sua maggioranza a questo punto devono essere coerenti con quanto promesso in campagna elettorale e con la forte volontà di accantonare definitivamente il famigerato progetto, espressa dalla stragrande maggioranza del Consiglio Comunale nella seduta del 23 luglio scorso.

L'obiettivo a cui si mira è quello di chiudere la partita molto prima. Per discutere sul da farsi è convocata una Pubblica Assemblea per lunedì 14 ottobre alle ore 18 presso la Sala Parrocchiale di San Timoteo».