Studenti di Campomarino tra i 500 giovani che hanno invaso Assisi

Attualità
Termoli mercoledì 13 novembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Studenti di Campomarino tra i 500 giovani che hanno invaso Assisi
Studenti di Campomarino tra i 500 giovani che hanno invaso Assisi © Termolionline.it

CAMPOMARINO. Tra gli oltre cinquecento giovani di Abruzzo e Molise che hanno invaso gioiosamente la città di San Francesco anche una delegazione della diocesi di Termoli-Larino con l’istituto professionale dell’Omnicomprensivo di Campomarino.

I nostri ragazzi assieme al loro docente di religione cattolica hanno vissuto intensamente ogni momento di questa seconda edizione del pellegrinaggio organizzato dalla pastorale scolastica. A detta dei partecipanti la fatica di levarsi prima dell’alba è stata abbondantemente superata dalla ricchezza di questo evento organizzato nei minimi dettagli.

La preghiera del mattino ha accompagnato parte del viaggio di andata fino all’arrivo nel piazzale della Basilica di Santa Maria degli Angeli che custodisce la suggestiva Porziuncola, incipit della missione del serafico Padre. Dopo l’accoglienza dei giovani pellegrini, tempo libero per far visita alla Basilica per, poi, vivere l’intensa celebrazione eucaristica presieduta da Mons. Leuzzi.

“Protagonisti nella storia” è stato il filo conduttore dell’omelia del Vesco di Teramo - Atri alla quale ha fatto seguito la lettura di un messaggio di Mons. Bregantini che ha esortato i convenuti ad accogliere l’invito fatto dal Signore al Poverello di Assisi “va e ripara”, riparare la nostra società, il nostro tempo, far crescere il bene, costruire ponti di speranza e solidarietà. Al termine della celebrazione i giovani, grazie anche a “fratello sole” che dominava la piana di Assisi regalando panorami suggestivi hanno consumato il pranzo a sacco in gioiosa fraternità e avuto l’occasione, nel pomeriggio, di visitare le meraviglie storiche e artistiche del luogo. La Cappella di Santa Caterina della Basilica inferiore di San Francesco ha ospitato l’adorazione eucaristica, momento di raccoglimento e di preghiera. Nel tardo pomeriggio la preghiera di congedo nella Basilica Superiore prima di ripartire e affrontare con rinnovato spirito di comunione e di fede il nuovo anno accademico e scolastico.

A distanza di 800 anni, Francesco e Chiara ci insegnano ancora con il loro esempio che la santità è possibile anche per i giovani, per gli uomini del nostro tempo.

Renato Matteo Imbriani