​Alunni del Boccardi a lavoro sul progetto della piscina del parco

Attualità
Termoli lunedì 02 dicembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
​Alunni del Boccardi a lavoro sul progetto della piscina del parco
​Alunni del Boccardi a lavoro sul progetto della piscina del parco © Termolionline.it

TERMOLI. Per la quarta volta consecutiva, l’Istituto “Boccardi – Tiberio” di Termoli raccoglie la sfida lanciata dal Ministero della Pubblica Istruzione e aderisce all’iniziativa nazionale “A Scuola di Open coesione”. Quattro le tappe previste dal percorso di didattica interdisciplinare su open data, data journalism e politiche di coesione, che si articolerà in attività di ricerca, monitoraggio civico e presentazione dei lavori sulla piattaforma OpenCoesione.gov.it. Protagonisti del progetto saranno gli alunni della IVA Rim (indirizzo Relazioni internazionali e marketing) e IV A Tur (indirizzo Turista) che, coordinati dalle docenti Laura Moccia e Daniela Leonelli, hanno scelto di ricostruire la storia amministrativa del progetto di ristrutturazione delle piscine del Parco comunale (finanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo per un importo di 600mila euro e dal Comune di Termoli per altri 587 615 euro). Tra gli obiettivi prefissati dal team c’è la creazione di un dossier di ricerca nel quale inserire tutte le informazioni reperite anche tramite interviste ai protagonisti del progetto (come Comune, progettisti, ditta appaltatrice, cittadini). Gli studenti evidenzieranno inoltre come sono stati utilizzati finora i fondi, soffermandosi sullo stato dell’arte e sulla sua ricaduta sul territorio. Passo successivo sarà l’analisi dei punti di forza e di debolezza, con particolare attenzione alle potenzialità di sviluppo della città. Sarà inoltre costantemente documentato, attraverso i social, lo stato di avanzamento dei lavori. «Gli studenti del “Boccardi Tiberio – ha commentato la prof.ssa Moccia – hanno scelto di essere cittadini attivi, informati sulle politiche di coesione, fruitori degli open data e abitanti consapevoli del proprio territorio».