Maltrattamenti sugli animali, codificati nuovi reati e maggiori poteri alle guardie zoofile

Attualità
Termoli martedì 03 dicembre 2019
di La Redazione
Maltrattamenti sugli animali, codificati nuovi reati e maggiori poteri alle guardie zoofile
Maltrattamenti sugli animali, codificati nuovi reati e maggiori poteri alle guardie zoofile © Termolionline.it

ROMA. Maltrattamenti sugli animali, codificati nuovi reati e maggiori poteri alle guardie zoofile. Il Presidente della Commissione Giustizia Sen. Ostellari ha fatto pervenire all'Ufficio Legale Anpana rappresentato dall'Avv. Maria Morena Suaria, copia dei disegni di legge che attualmente sono in fase di analisi al fine di consentire di presentare proprie osservazioni e proposte. Da un'attenta lettura dei disegni di legge emerge una chiara volontà di attribuire maggiori poteri alle guardie zoofile sia in materia venatoria che a difesa di tutti gli animali diversi da cani e gatti. Sino ad oggi come ben sappiamo, abbiamo assistito a continui contrasti giurisprudenziali. L'approvazione di questi disegni di legge consentirebbe di terminare tale dibattito e garantire maggiore tutela sia agli animali che alle stesse guardie (più volte indagate per usurpazioni di funzioni pubbliche); Chiara è anche la volontà di introdurre nuovi concetti giuridici al passo con il sentire comune: animale "familiare" registrato (concetto in cui rientrerebbero anche ovini, caprini, suini etc. che, in via definitiva non potrebbero essere uccisi per consumo alimentare anche se ceduti), affidamento condiviso o esclusivo dell'animale in caso di separazione, accesso indiscriminato in luoghi pubblici o privati aperti al pubblico, divieto di allontanamento coatto in caso di immissioni sonore, "diritto" di visita negli Istituti Penitenziari, divieto di nominare custode giudiziario il soggetto indagato o imputato per maltrattamento, regolamentazione dei Santuari animali, trasferimento della proprietà solo a seguito di aggiornamento dati del microchip, interdizione alla proprietà per soggetti già condannati per maltrattamento. Infine, farebbero ingresso nuove fattispecie di reato: strage di animali, delitto tentato, zoo-pornografia, consumo per fini alimentari di cani e gatti.