La preghiera del Marinaio e il ricordo del collega Giovanni Gioffriedi

Attualità
Termoli mercoledì 04 dicembre 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
La preghiera del Marinaio e il ricordo del collega Giovanni Gioffriedi
La preghiera del Marinaio e il ricordo del collega Giovanni Gioffriedi © Termolionline.it

TERMOLI. Bella e anche toccante cerimonia per la festa di Santa Barbara, Patrona dei marinai, artiglieri, ai genieri, ai minatori e a tutte le professioni che sono collegate al fuoco e, eventualmente, alla morte improvvisa determinate dallo stesso. Così morì, infatti, colpito da un fulmine il persecutore della Santa: suo padre, Dioscoro. In Cattedrale a Termoli si è tenuta la santa messa officiata dal Vescovo della DiocesI di Termoli e Larino Gianfranco De Luca assieme, al Cappellano Militare don Giuseppe Graziano.

Tanti i partecipanti, militari e civili, della Guardia di Finanza, Carabinieri, Esercito Italiano, le Associazioni dei Carabinieri, l’Anmi, Bersaglieri, per l'amministrazione comunale c’era il presidente del consiglio comunale Michele Marone, l’assessore e vicesindaco Vincenzo Ferrazzano, presente anche la vice prefetta Agnese Scala. A fine rito religioso è stata letta la Preghiera del Marinaio, il saluto del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone, ma dopo il saluto agli ospiti e il ringraziamento del Comandante della Capitaneria di Porto di Termoli Francesco Massaro, molto toccante e commovente, il saluto che il Primo Maresciallo Cosimo De Bartolomeo ha fatto all'amico e commilitone scomparso circa un mese fa dopo lunga e dolorosa malattia Giovanni Gioffredi, testo che noi vi riproponiamo integralmente perché la morte di Giovanni in video. Dopo il rito religioso tutti gli intervenuti si sono spostati nei locali del palazzo Vescovile per gustare un lauto e sontuoso buffet e un brindisi di auguri.