Omaggio al Monumento alla Gente di Mare

Attualità
Termoli giovedì 05 dicembre 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
San Basso, la toccante cerimonia religiosa
San Basso, la toccante cerimonia religiosa © Termolionline.it

TERMOLI. Dopo avervi raccontato, anche attraverso la diretta Facebook del rito religioso del Pontificato in onore del nostro Santo Patrono San Basso, celebrato dal Vescovo della Diocesi di Termoli-Larino Monsignor Gianfranco De Luca e tutto il Presbitero di Termoli, eccoci qui a raccontarvi di qualche novità accaduta a margine della cerimonia religiosa. Abbiamo parlato della scoperta di tre teche in vetro: una a sinistra dell'entrata dove è custodita una effigie del nostro Santo Patrono Basso in lignea polidroma, che prima di adesso era collocata nelle stanze del Palazzo Vescovile, una alla destra dell'entrata dove è esposta la casula indossata da Papa Giovanni Paolo II° durante la sua visita Pastorale il 19 marzo 1983, mentre in quella posizionata nella cripta ci sono oggetti sacri in argento e di notevole valore, in qualche modo collegate alla figura del nostro Patrono.

L'esposizione di queste teche ai fedeli è stata possibile grazie al lavoro dell'ingegner Alessandro Rucci, delegato episcopale ai beni culturali della Diocesi, mentre l'intitolazione dello spazio a pochi metri dalla Cattedrale in largo San Basso Patrono di Termoli è stata voluta dall'Associazione Culturale Andrea De Capua, rappresentata dal presidente Roberto Crema e alcuni soci. Alla cerimonia era presente gran parte della marineria termolese, che per l'occasione si è fermata ed è tornata in porto un giorno prima del previsto proprio per presenziare al rito religioso. Erano inoltre presenti l'Associazione Armatori Pesca del Molise associati Federpesca con la presidente Paola Marinucci, tutto il consiglio e tutti i soci, così come erano presenti tutti gli iscritti all'Associazione di Domenico Guidotti associata alla Federcopesca.

Presenti anche gli appartenenti della Cogeva e l'Associazione San Basso 7.O. Come ogni anno, poi, scesi al Porto per la deposizione della corona d'alloro ai piedi del Monumento alla Gente di Mare per la benedizione del Vescovo e il giovane marinaio Rocco Mangifesta ha sostituito Giovanni Ciarabellini nella lettura della preghiera del Navigante. Questo è stato l'epilogo della parte religiosa del mattino, ma la festa di San Basso prosegue nel pomeriggio con la consegna degli attestati di benemerenza a studenti e cittadini termolesi che si sono distinti nel campo scolastico, lavorativo e imprenditoriale. La consegna degli attestati avverrà nel pomeriggio, alle ore 17, presso l'auditorium della chiesa san Francesco.