A scuola di inclusione: alla Brigida nasce il progetto "La voce del buio"

Attualità
Termoli sabato 07 dicembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
A scuola di inclusione: alla Brigida nasce il progetto
A scuola di inclusione: alla Brigida nasce il progetto "La voce del buio" © Termolionline.it

TERMOLI. Nella settimana in cui si celebra la giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, un altro importante momento di riflessione sul tema dell’inclusione, presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo Brigida. Si è svolta ieri, venerdì 6 dicembre, la presentazione de La voce del Buio, progetto di lettura accessibile dedicato alla condivisione in rete di audiolibri destinati a persone con difficoltà di lettura, in particolare con DSA e/o con disabilità visiva. Accolti dal Dirigente Scolastico Francesco Paolo Marra, Pietro la Barbera, Florence Della Valle e Rosanna Masciantonio hanno incontrato gli alunni delle classi finora coinvolti nelle attività del progetto È D.iverso S.e A.scolto!, ovvero di ascolto, bendati, di letture ad alta voce in libreria. Attraverso una serie di coinvolgenti giochi sui sensi, i ragazzi hanno sperimentato la difficoltà di descrivere il mondo a chi non vede e non l’hai mai visto, riflettendo insieme sull'importanza dell'ascolto, su quanto sia prezioso il dono della voce e su come, attivando tutti i sensi, si possa diventare persone migliori. Presentata, inoltre, l’App Blue bird, ideata dall’ing. Roberto Mascilongo, con il prezioso contributo di alcuni suoi alunni dell’Istituto Tecnico Nautico “Ugo Tiberio” di Termoli. L’applicazione, di intuiva ed immediata fruizione, consentirà agli utenti con difficoltà di lettura di accedere direttamente dal proprio smartphone agli audiolibri caricati su un software specifico. Ospite speciale, Emanuele Santoro. Coetaneo degli alunni presenti, non vedente dalla nascita, ha emozionato la platea con intermezzi musicali al pianoforte.

L’evento ha visto la partecipazione dell’Assessore alla cultura Michele Barile, del coordinatore dell’Ambito Territoriale Sociale Antonio Russo e del Presidente della cooperativa Sirio Lino Iamele, ad ulteriore testimonianza di quanto sia importante mettersi rete per abbattere le barriere, combattere il pregiudizio e favorire l’inclusione.

Francesca Zappacosta