Ospedale San Timoteo, «Chi è causa del suo mal pianga se stesso»

Attualità
Termoli giovedì 16 gennaio 2020
di Emanuele Bracone
Più informazioni su
Il direttivo del comitato San Timoteo
Il direttivo del comitato San Timoteo © Termolionline.it

TERMOLI. «Chi è causa del suo male pianga se stesso!», con questa massima, il presidente del comitato San Timoteo di Termoli esprime un giudizio lapidario sulla sorte dell’ospedale di Termoli.

«Tanta è l'amarezza oggi nel verificare che quanto da tempo si preannunciava oggi si constata avvenuto, con l'ospedale San Timoteo di Termoli ridotto nei minimi termini con reparti e servizi depotenziati. Inutili sono stati gli appelli e il richiamo all'attenzione della classe dirigente tutta, politica e amministrativa, in primis i Sindaci di questo territorio. Le responsabilità di quanto oggi si registra tristamente sono di tutti, in debita proporzione: Politici, operatori sanitari, associazioni di categorie e ordini professionali, però anche di tanti cittadini silenti, adeguandosi al "sistema" al punto forse di adeguarsi e accettare man mano persino il peggio», le considerazioni finali di Nicola Felice.

Sanità alle corde in basso Molise e allora alle ore 10 presso il gazebo del bar Fusion in Piazza Monumento, incontro del Direttivo del Comitato esteso anche alle Consulte, per sorseggiare un buon caffè e per esaminare e discutere sullo sulle problematiche sanitarie, in particolare sull'ospedale San Timoteo, e le iniziative da intraprendere. Occasione anche per programmare l'assemblea del Comitato per il rinnovo delle cariche sociali, in primis l'elezione del nuovo Presidente dopo le dimissioni irrevocabili, momentaneamente congelate.