"Due giovani donne hanno perso la vita in pochi giorni, dov'è il Registro dei Tumori?"

"Che fine ha fatto ,se mai esistito, il sistema di sorveglianza epidemiologica della regione Molise?"

Attualità
Termoli venerdì 24 gennaio 2020
di La Redazione
Registro tumori
Registro tumori © Termolionline.it

TERMOLI. Il dottor Giancarlo Totaro, sindacalista Fimmg-118, apre un nuovo fronte, quello sull'epidemiologia tumorale, chiedendo a che punto sia il Registro tanto atteso in Molise.

"E 'importante conoscere i risultati del lavoro epidemiologico eseguito ai fini della prevenzione delle patologie oncologiche, in particolare a Termoli dove esistono fattori di rischio maggiori per la presenza di un nucleo industriale con aziende chimiche a rischio incidente rilevante .

Che fine ha fatto, se mai esistito, il sistema di sorveglianza epidemiologica della regione Molise in cui era prevista la costituzione di una struttura centrale presso la Direzione Generale V con funzioni di coordinamento e cinque strutture periferiche che devono raccogliere ed inviare semestralmente i dati epidemiologici di morbilità e mortalità ?

Esistono e funzionano le strutture previste dal sistema di sorveglianza epidemiologica?

Esistono i responsabili della citata struttura centrale e di quelle periferiche?

Quali sono i dati epidemiologi al momento disponibili e dove sono reperibili in merito alle patologie oncologiche?

Perchè è bene ricordarsi che in questi anni molti cittadini si sono ammalati e sono morti di tumore e quindi sarebbe estremamente importante sapere se ci sono delle cause e fattori di rischio ambientali individuabili da utilizzare ai fini della prevenzione .

Sarebbe auspicabile che i dati epidemiologici disponibili vengano resi pubblici al più presto perché si percepisce una diffusa sensazione di allarmismo, ma va sottolineato di nessun valore scientifico, che vi sia un aumento dei casi di tumori nella speranza che i dati smentiscano questa diffusa sensazione spesso vissuta empaticamente dai cittadini che hanno vissuto da vicino perché hanno in famiglia e/o tra i propri conoscenti un malato oncologico.

Però resta il fatto che leggi così importanti per la tutela della vita e della salute dei cittadini finiscano poi nel "dimenticatoio" mentre potrebbero contribuire in modo determinante alla prevenzione delle malattie tumorali che purtroppo colpiscono anche persone molto giovani .

Se esiste il registro tumori è giusto che i dati vanno messi a disposizione della comunità scientifica urgentemente perché preziosi per la salute dei cittadini molisani, se invece nulla fosse stato attuato dalla legge regionale si esortano le autorità politiche ed amministrative competenti ad attivarsi senza perdere ulteriore tempo per le ovvie ragioni estrema importanza che riguardano la saluti dei cittadini molisani."