Turismo costiero, l'amministrazione di Montenero incontra l'investitore George Cohen

Si punta alla realizzazione di un grande centro turistico residenziale presso la Marina di Montenero di Bisaccia

Attualità
sabato 29 febbraio 2020
di La Redazione
Turismo sulla costa, l'Amministrazione di Montenero incontra l'investitore George Cohen
Turismo sulla costa, l'Amministrazione di Montenero incontra l'investitore George Cohen © Comune di Montenero

MONTENERO DI BISACCIA. Nella mattinata di giovedì 27 febbraio si è tenuto presso il Municipio di Montenero di Bisaccia un incontro tra il sindaco Nicola Travaglini e George Cohen - un importante investitore internazionale - per approfondire i temi legati ad un progetto privato che mira alla valorizzazione di un'ampia area della Marina di Montenero di Bisaccia, situata a destra della foce del Fiume Trigno.

Nel corso dell'incontro, al quale hanno preso parte anche gli assessori comunali Domenico Porfido, Simona Contucci e Pasqualino D'Ascenzo, il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Murazzo e alcuni collaboratori di Cohen, sono stati affrontati e approfonditi i temi dello sviluppo dell'area costiera montenerese, del basso Molise e dell'intera regione, attraverso un progetto che mira alla costruzione di nuove aree turistico-residenziali, gallerie commerciali, hotel, ristoranti, centro direzionale e aree dedicate agli incontri d'affari, auditorium e centro congressi, una clinica e numerosi altri servizi connessi ai precedenti, per un investimento di circa 3 miliardi di euro su una superficie di circa 150 ettari.

L'intervento consisterà quindi nella realizzazione di opere di urbanizzazione, infrastrutturazione ed edificazione di un complesso residenziale e turistico di alto livello e che avrà una grande attenzione all'ambiente, preservando e valorizzando le attuali caratteristiche del territorio.

"L'incontro di giovedì - dichiara il sindaco Nicola Travaglini - è l'approdo naturale di un percorso sviluppatosi nel corso del tempo con George Cohen, con il quale ho avuto modo di avviare un dialogo serio e costruttivo sullo sviluppo di quest'area del basso Molise.

Dal nostro confronto è nata un'idea progettuale che Cohen mi ha voluto sottoporre e sulla quale abbiamo intrapreso una verifica per la fattibilità concreta.

Si tratta innanzitutto di un investimento importante da parte di gruppi esteri che si sono letteralmente innamorati di quest'area dell'Italia e che vogliono realizzare importanti infrastrutture che porteranno, è utile sottolinearlo, crescita e benessere economico reale per l'intera comunità: penso alle imprese locali, agli artigiani, agli esercenti, agli operatori turistici e a tutti quei giovani che potranno trovare lavoro nell'ambito di questa grande operazione di rinascita del tessuto produttivo di questa zona e dell'intera regione. Basti pensare che, da una prima stima, saranno impiegate circa 5.000 unità lavorative per la sola costruzione di questo importante complesso, mentre saranno oltre 2.000 le persone che potranno lavorare stabilmente all'interno delle strutture che saranno realizzate.

Un grande passo in avanti per il nostro territorio e per le future generazioni, quindi, che potranno contare sulla crescita e lo sviluppo del turismo quale risorsa essenziale per la nostra regione.

Quello di giovedì è stato solo il primo di una serie di incontri ufficiali che avremo con George Cohen e con i suoi collaboratori, finalizzato ad approfondire tutte le tematiche legate al prosieguo dell'iter di questo progetto che, lo speriamo, potrà vedere la luce nel prossimo futuro".

L'incontro, cordiale e costruttivo, è terminato con i ringraziamenti che George Cohen ha voluto esprimere nei confronti del sindaco Nicola Travaglini e dell'Amministrazione comunale per l'opportunità offerta, con la promessa di incontrarsi nuovamente entro il prossimo mese di giugno al fine di compiere gli ulteriori passi necessari per l'approvazione del progetto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco Rossi ha scritto il 29 febbraio 2020 alle 10:39 :

    Il comune su quei terreni non c’entra niente perché sono di proprietà di privati. È una vergogna dire queste fesserie per acchiappare qualche voto di qualche sprovveduto Rispondi a Marco Rossi

    Orma52@gmail.com ha scritto il 06 marzo 2020 alle 18:36 :

    hai ragione Rispondi a Orma52@gmail.com