Aiuta chi ha più bisogno: al via la raccolta alimentare per le famiglie meno fortunate

Termoli giovedì 26 marzo 2020
di Valentina Cocco
Più informazioni su
Aiuta chi ha più bisogno
Aiuta chi ha più bisogno © TermoliOnLine

TERMOLI. «Aiuta chi ha più bisogno: al via la raccolta alimentare per le famiglie meno fortunate».

L’emergenza dettata dalla pandemia del coronavirus non deve farci dimenticare dei nostri concittadini meno fortunati che, quotidianamente, affrontano problemi legati alla carenza di liquidità per l’acquisto di beni di prima necessità: per questo la redazione di TermoliOnLine, in seguito alla telefonata del sindaco Francesco Roberti durante la diretta abituale e serale tenuta dal nostro editore Nicola Montuori, si è subito attivata per aiutare i termolesi in difficoltà.

«Sentire che a Termoli ci sono tante persone che non hanno da mangiare è una cosa che lacera il cuore di ognuno di noi. Purtroppo ci sono persone, nel 2020, che non hanno da mangiare. Facciamo vedere di cos’è capace il popolo termolese quando si tratta di solidarietà», ha commentato l’editore di TermoliOnLine che, questa mattina, si è immediatamente prodigato per raccogliere le adesioni dei commercianti per effettuare la raccolta di beni di prima necessità. Una catena solidale a cui ognuno di noi può aderire, semplicemente recandosi nei negozi che hanno dato la disponibilità: Decò in via Tremiti 40, Bosap Molise Carni nei due centri in via Corsica 152 e via Isole Baleari, Carrefour in via Egadi 8 e i due punti vendita di Gran Risparmio in via Corsica 177 e via XX Settembre 39.

Sono due le opzioni a disposizione per aiutare i nostri concittadini: acquistare elementi di prima necessità da donare e da lasciare nel negozio in cui si sono acquistati che, successivamente, provvederà a farli pervenire all’associazione Sae112 che provvederà alla distribuzione alle famiglie meno fortunate; oppure donare una somma di denaro, qualsiasi essa sia e che sarà regolarmente fatturata tramite scontrino, che sarà utilizzata per l’acquisto di beni di prima necessità. «Potrebbe essere più semplice la prima opzione – ha consigliato Montuori – Ho chiesto al sindaco se tra gli alimenti di prima necessità ci fosse la carne e mi ha risposto che ci sono persone che non la mangiano da settimane. Bosap Molise Carni mi ha chiamato poco prima della diretta dicendo che aveva già della carne pronta per essere portata al Sae 112».

Tra i prodotti più indicati per la donazione, come da indicazioni del primo cittadino Roberti, ci sono i prodotti a lunga conservazione (tra cui pasta, legumi, scatolame vario, tonno, farina), ma anche la carne. La gara di solidarietà si è messa in moto fin dai primi giorni di quarantena, come tiene a sottolineare l’editore di TermoliOnLine: «Tutti i titolari di supermercato avevano già provveduto, per conto loro, ad effettuare donazioni ai bisognosi nei giorni scorsi. Apriamo il nostro cuore, possiamo fare un gran bel lavoro, tutti insieme, nel nostro piccolo. Ce la faremo, tutti insieme». L’iniziativa verrà seguita da TermoliOnLine in tutte le sue fasi e vi terremo aggiornati costantemente sul suo andamento, anche attraverso le dirette serali del nostro editore, ogni giorno alle 18.30.