Caso di coronavirus a Petacciato, l'intera amministrazione invita a calma e prudenza

Attualità
Termoli venerdì 27 marzo 2020
di La Redazione
Petacciato
Petacciato © TermoliOnLine

PETACCIATO. Terzo intervento in poche ore quello che proviene da Petacciato in relazione alla notizia del primo caso di Covid-19 registrato sul territorio comunale, e stavolta le opportune precisazioni giungono a nome dell'intero Consiglio comunale, maggioranza e opposizione insieme.

«In qualità di sindaco, per le informazioni a mia conoscenza, dichiaro che il nostro concittadino ha fatto rientro a casa solo dopo che il suo datore di lavoro ha deciso di sospendere l’attività lavorativa proprio a causa dell’emergenza sanitaria.

Inoltre i primi sintomi li ha avvertiti quando era già a casa, ragion per cui ignaro di aver contratto il virus al momento del suo ritorno.

Ciò detto, preso atto dello stato febbrile insorto, in ossequio alle norme imposte dal protocollo e, dopo aver allertato la Asrem, si è immediatamente posto in totale isolamento.

La famiglia, subito dopo aver appreso la positività del proprio congiunto - vale a dire stamattina- sempre sulla base del protocollo, si è posta anch’essa in totale isolamento.

Risulta di tutta evidenza che le persone in argomento, verso le quali ognuno di noi deve mostrare rispetto e solidarietà, siano solo vittime della grave situazione che stanno vivendo, senza averne nessuna colpa, neppure quella di aver posto a repentaglio l’altrui incolumità.

Su questo punto, è d’uopo sottolineare e ribadire che sono state rispettate tutte le misure come da protocollo, ragion per cui nessuno dei comportamenti tenuti in questi ultimi giorni dai familiari del ragazzo può essere ritenuto, anche solo allo stato potenziale, idoneo a mettere in pericolo la salute di altre persone. In qualità di sndaco, voglio chiarire che, in tale ambito, ho solo un unico potere/dovere e cioè quello di far rispettare i precetti dettati dal Governo.

Tra questi non rientra una mia facoltà di sottoporre chicchessia a tamponi.

Piaccia o meno ma questo è.

Alla luce del dibattito accesosi sia sui social e sulle chat a cui ognuno di noi partecipa, a nome di tutta l’amministrazione, maggioranza e minoranza l’appello che facciamo è unico e condiviso: un caloroso invito alla calma e alla prudenza. Noi amministratori facciamo un accorato appello alla solidarietà e alla sensibilità umana che i concittadini di Petacciato sanno dimostrare in simili circostanze.

L’amministrazione comunale tutta rinnova vicinanza al ragazzo e alla famiglia.

Il sindaco

Roberto Di Pardo

Il consiglio

Antonio Di Pardo

Federica Capodaglio

Luisa Caruso

Nicola Del Re

Luigi Monti

Luigi Gabriele Di Vito

Egidio Di Lena

Giuseppe Greco

Giuliana Ferrara

Antonello Pantalone

Antonio Gabriele Staniscia

Matteo Fallica